Radiomercato SPAL del 21 giugno: il punto ragionato sulle voci delle ultime 24 ore

Il primo di luglio, giorno di apertura ufficiale del calciomercato estivo 2018, si avvicina rapidamente e non c’è da sorprendersi se le indiscrezioni sui trasferimenti iniziano a moltiplicarsi. Verificare tutto richiede tempo, ma anche leggere cento link (di cui molti con notizie di seconda e terza mano) può essere frustrante. Così abbiamo deciso di offrire ai nostri lettori una rapida panoramica quotidiana sulle voci delle 24 ore precedenti, disseminate tra le decine di fonti che stanno riportando notizie di mercato. Questo non implica necessariamente la loro veridicità, ma può aiutare a tenere d’occhio eventuali sviluppi.

ALJAZ STRUNA (difensore, 1990, Palermo)
C’era da scommeterci che dopo le dichiarazioni fin troppo chiare di Zamparini il difensore sloveno sarebbe stato accostato (anche) alla SPAL, come riportato da TuttoB nell’arco delle ultime 24 ore. Il patron dei rosanero è stato esaustivo come sempre, la parola d’ordine è vendere e l’ex Carpi ha dalla sua 34 presenze in A con la squadra emiliana nella stagione 2015-2016. Monetizzare con la sua cessione è fin troppo facile, il problema è che il contratto in scadenza nel 2019 lascia pochi margini di manovra e il prezzo, per forza di cose, è destinato ad essere basso e di fronte ad un’offerta di un milione di euro Zamparini potrebbe cedere. Dotato di un fisico possente (è alto 191 cm), Struna può ricoprire quasi tutti i ruoli in difesa, e nel corso dell’ultimo campionato, con Tedino prima e con Stellone poi, si è disimpegnato con discreti risultati sia sull’esterno destro della difesa a tre che al centro della difesa a quattro. All’occorrenza può essere schierato anche come terzino destro, quindi stiamo parlando di un giocatore duttile. Al momento tuttavia non ci sono riscontri.

GIANGIACOMO MAGNANI (difensore, 1995, Perugia)
Nome (quasi) nuovo, (ri)lanciato dalla Nuova Ferrara nel quotidiano di mercoledì. Si tratta di Magnani, difensore 22enne in forza al Perugia, ma in orbita Juventus già da diversi mesi. Sembrano infatti esserci i bianconeri dietro al suo passaggio dal Siracusa al Grifone datato gennaio 2018 e il direttore sportivo umbro, Roberto Goretti, in diretta a Sportitalia non ha negato la trattativa con i campioni d’Italia. Nel caso in cui il suo arrivo in bianconero dovesse diventare realtà, sembra comunque difficile che possa rimanere per il prossimo campionato senza aver mai fatto il suo esordio in A, così ecco che prenderebbe quota l’ipotesi di un prestito, con la SPAL data in lizza per aggiudicarselo. Fa parte della scuderia di Tullio Tinti.

ALEXANDROS PASCHALAKIS (portiere, 1989, PAOK Salonicco)
Da Calciomercato.it dicono che il portiere greco è stato offerto a diverse squadre italiane, tra le quali la SPAL.  Difficile che possa interessare, visto che i biancazzurri sono molto vicini alla chiusura del prestito di Vanja Milinkovic-Savic dal Torino (ne avevamo parlato lunedì).

LUCA RIGONI (centrocampista, 1984, Genoa)
Nome infilato nel frullatore di mercato da Gianluigi Longari di Sportitalia. Centrocampista di grande sostanza e che vede la porta (28 gol in serie A su 280 partite), lascerà senz’altro i rossoblù ma al momento viene dato in trattativa con Cagliari e Frosinone.

 

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0