Radiomercato SPAL del 10 luglio: il punto ragionato sulle voci delle ultime 24 ore

Ormai ci siamo: il calciomercato è entrato a pieno regime e fino al 18 agosto la macchina delle notizie girerà al massimo della potenza. Verificare tutto richiede tempo, ma anche leggere cento link (di cui molti con notizie di seconda e terza mano) può essere frustrante. Così abbiamo deciso di offrire ai nostri lettori una rapida panoramica quotidiana sulle voci delle 24 ore precedenti, disseminate tra le decine di fonti che stanno riportando notizie di mercato. Questo non implica necessariamente la loro veridicità, ma può aiutare a tenere d’occhio eventuali sviluppi.

ALBERTO GRASSI (centrocampista, 1995, Napoli)
Fino a che non si accaserà da qualche parte, per Grassi sarà destino essere accostato ad una dozzina di squadre di serie A. Dopo gli spifferi che lo volevano al Parma (senza che poi l’affare si concretizzasse) ora è il momento delle voci riguardante il Cagliari, riportate da Gazzetta dello Sport e riproposte da Tuttomercatoweb. Si parla di un affare da dieci milioni con diritto di riacquisto da parte del Napoli, ma per adesso sembra esserci davvero poco di concreto. La SPAL non ha perso le speranze di poter riportare Grassi a Ferrara, forte del gradimento del giocatore.

KEVIN BONIFAZI (difensore, 1996, Torino)
Si potrebbe fare copia e incolla con quanto veniva scritto nell’estate 2017: Bonifazi ambito da molteplici squadre, SPAL compresa, senza poi che se ne faccia nulla a causa della resistenza del Torino. Scenario che si ripropone quasi ciclicamente, malgrado il difensore di Rieti abbia faticato a farsi spazio nelle gerarchie di Mazzarri. Detto questo, Gianluca Di Marzio riferisce che SPAL e Sassuolo avrebbero presentato “offerte concrete” per il difensore, ricevendo però una risposta negativa.

CYRIL THEREAU (attaccante, 1983, Fiorentina)
S’era parlato di lui anche a inizio giugno, ma senza particolare convinzione. Negli ultimi giorni Tuttomercatoweb ha riproposto la candidatura della SPAL per l’eclettico centravanti francese, mettendola però in seconda fila rispetto agli spagnoli del Leganes. La stessa testata, nella serata di lunedì, ha pubblicato un’intervista al procuratore di Thereau, nel quale viene evidenziata l’inconsistenza delle piste finora proposte: “In questo momento non ci sono trattative particolari in corso. Qualche chiacchierata, il ragazzo non ci ha neppure chiesto di andare via. Se arriverà una situazione che renda contenti tutti, andremo via. Altrimenti rimarremo a Firenze“.

ALESSANDRO BASTONI (difensore, 1999, Inter)
Il giovane centrale mancino, apparso vicinissimo nelle scorse settimane, ha annunciato via Instagram di essersi rotto il menisco e di dover quindi rinunciare alla partecipazione agli Europei Under 19. I tempi di recupero dipendono molto dal tipo di terapia che verrà adottata (si va da un minimo di un mese a un massimo di due) e per FcInterNews questo imprevisto rischia di far saltare definitivamente il prestito alla SPAL.

SAMUEL DI CARMINE (attaccante, 1988, Perugia)
Altro nome già circolato a giugno e poi temporaneamente finito nel cassetto. Ora è Alfredo Pedullà a rilanciare l’ipotesi di un interessamento della SPAL, pur usando il termine “sondaggio” che nel gergo del calciomercato può voler dire tutto e nulla. Di Carmine è in scadenza a giugno 2019 col Perugia e nelle ultime due stagioni di serie B ha segnato 35 gol (13+22). A trent’anni potrebbe affacciarsi finalmente in serie A dopo le fugaci apparizioni della stagione 2006/2007, quando era un promettente prodotto del vivaio della Fiorentina.

IGOR CORONADO (attaccante, 1992, Palermo)
Stando a quanto riporta Il Giornale di Sicilia, il trequartista brasiliano avrebbe ricevuto una ricca offerta (1,2 milioni a stagione) dallo Sharjah, squadra degli Emirati Arabi che sarebbe disposto a versare 6 milioni di euro al Palermo. La situazione non proprio entusiasmante dei conti rosanero sembrerebbe suggerire un epilogo di questo tipo, ma a quanto pare il giocatore è per nulla convinto del trasferimento, in quanto vorrebbe mettersi alla prova in serie A. I colleghi siciliani riferiscono che “l’unica squadra a essersi mossa concretamente è la SPAL“.

in uscita?
FRANCESCO VICARI (difensore, 1994)
Da un paio di giorni si parla di Vicari corteggiato dall’Udinese, con tanto di valutazione quantificata in 2 milioni di euro. Sembra pochino, visto che la SPAL ha ribadito più e più volte di non avere urgenze di bilancio tali da dover giustificare delle cessioni. Il contratto del centrale biancazzurro è in scadenza 2019, ma c’è una clausola che permette di estendere l’accordo di un ulteriore anno. Da tempo il ds Vagnati sta lavorando al rinnovo (al pari di quello di Filippo Costa) per mettere in cassaforte un altro dei perni della SPAL di Semplici.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0