Radiomercato SPAL del 13 luglio: il punto ragionato sulle voci delle ultime 24 ore

Ormai ci siamo: il calciomercato è entrato a pieno regime e fino al 18 agosto la macchina delle notizie girerà al massimo della potenza. Verificare tutto richiede tempo, ma anche leggere cento link (di cui molti con notizie di seconda e terza mano) può essere frustrante. Così abbiamo deciso di offrire ai nostri lettori una rapida panoramica quotidiana sulle voci delle 24 ore precedenti, disseminate tra le decine di fonti che stanno riportando notizie di mercato. Questo non implica necessariamente la loro veridicità, ma può aiutare a tenere d’occhio eventuali sviluppi.

ANDREA PETAGNA (attaccante, 1995, Atalanta)
Nelle ultime ore si è intensificato il chiacchiericcio attorno al giovane centravanti dell’Atalanta, complice anche l’arrivo – decisamente ingombrante – di Duvan Zapata. Si parla di lui anche a Southampton: secondo la stampa locale Mark Hughes vorrebbe portare Petagna alla sua corte, possibilmente con un’offerta sotto i 10 milioni di sterline (11 milioni di euro). Il Corriere dello Sport inserisce anche la Lazio tra le contendenti, mentre giovedì sera Nicolò Schira, firma della Gazzetta dello Sport, ha segnalato “la SPAL in grande pressing, ipotizzando una proposta da 1,2 milioni a stagione per il giocatore. Ulteriori verifiche ci hanno permesso di appurare che una discussione è stata intavolata e si ragiona su un’operazione simile a quella che ha portato Paloschi a Ferrara, ossia un prestito con riscatto a determinate condizioni. Le voci che volevano anche il Parma in corsa per il giocatore invece non sembrano avere consistenza.

MIRKO VALDIFIORI (centrocampista, 1986, Torino)
Il tira-e-molla sembra essere ripartito. Giovedì il quotidiano Tuttosport ha parlato di trattativa “sbloccata“, accendendo subito l’attenzione di diverse altre testate e portali, compreso TorinoGranata che ha immediatamente ripreso questa indiscrezione. Considerati i precedenti, è il caso di andarci cauti. Anche perché sia a Torino sia a Ferrara risulta che di novità sostanziali in realtà non ce ne siano: la SPAL non ha interesse a forzare l’operazione, non prima di aver preso una decisione su Viviani. Se il centrocampista classe 1992 dovesse rimanere, l’arrivo di Valdifiori sarebbe automaticamente da escludere.

KEVIN BONIFAZI (difensore, 1996, Torino)
In un’intervista apparsa sull’edizione del giovedì di Gazzetta dello Sport, il ds granata Petrachi ha sottolineato la necessità di avere la difesa al completo fin dai primi giorni di ritiro, citando Bonifazi tra i giocatori in cui la società crede moltissimo. Ha anche aggiunto che “resterà solo chi è convinto“. La situazione per il difensore di Rieti però non è tra le più favorevoli: con Nkolou titolare inamovibile, gli arrivi di Izzo e Bremer, il ritorno dall’infortunio di Lyanco e la conferma del veterano Moretti lo spazio rischia di essere ancora una volta poco. Ecco perché la prospettiva di una sua uscita, magari ad agosto, non sembra così improbabile. La SPAL ci ha provato e rimane attenta, vista la stima che Vagnati e Semplici hanno nei suoi confronti.

GABRIELE ANGELLA (difensore, 1989, Udinese)
Nome nuovo, infilato nel frullatore ancora una volta da Gazzetta dello Sport. Nel riassunto di mercato dell’edizione di venerdì si ipotizza infatti uno scambio con l’Udinese in cui verrebbe inserito Salamon. Che il polacco non sia destinato a essere una prima scelta è risaputo, ma quello di Angella non sembra essere un nome in grado di scaldare il cuore dei biancazzurri. Nella scorsa stagione ha giocato solo 12 partite, saltando buona parte della stagione a causa di un paio di infortuni.

 

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0