Reja va al Napoli, si occuperà del vivaio: per i critici di Semplici un’opzione in meno

Partiamo già con una ragionevole certezza: se qualcosa dovesse andare storto nella stagione di Leonardo Semplici (si spera ovviamente di no), stavolta nessuno potrà ripetutamente invocare il nome di Edi Reja come suo possibile sostituto, né inserire il 73enne allenatore tra le alternative a disposizione della SPAL.

Nel weekend infatti il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis ha annunciato – in una conversazione con i colleghi de Il Napolista –  l’ingaggio proprio di Reja come collaboratore del settore giovanile: “Ci stiamo muovendo lungo due direttrici, -ha detto il numero uno dei partenopei – una è quella relativa alle risorse umane. Abbiamo ingaggiato Edy Reja che affiancherà Grava (attuale responsabile tecnico, ndr). Ho cercato anche Bollini (storico vice di Reja, ndr), gli ho offerto la guida tecnica del Napoli Primavera ma lui ha detto che vorrebbe allenare in Serie B“. Reja è inattivo da maggio 2016, quando lasciò l’Atalanta dopo un campionato di serie A concluso al 13° posto.

 

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0