Petagna c’è, si aspetta Djourou. Acquisti a quota otto, ma sono previste ulteriori operazioni

Con Andrea Petagna – annunciato oggi dalla società – sale a sette il numero dei volti nuovi della campagna acquisti 2018-2019 della SPAL. Otto se si vuole considerare già a bordo anche Johan Djourou, giocatore con il quale il ds Vagnati ha già un accordo di cui si attende solo l’ufficializzazione. Il suo arrivo è stato confermato anche dalle parole di mister Semplici nell’intervista post-partita di SPAL-NK Ankaran.

Di seguito il quadro delle operazioni condotte finora ed un punto sulle prossime mosse.

ACQUISTI: M. Gomis (por, 2021, Nocerina), V. Milinkovic-Savic (por, prestito dal Torino), Johan Djourou (dif, 2019*, Antalyaspor), Dickmann (est, 2022, Novara), Fares (est, 2022, Hellas Verona), Valoti (cen, 2022, Hellas Verona), Petagna (att, prestito dall’Atalanta°), Salvi (dif, 1999, Atalanta) ^

note:
* con opzione per la stagione successiva;
° prestito con obbligo di riscatto con determinate condizioni (salvezza);
^ ingaggio non ancora ufficializzato

Ovviamente non è finita qui. La SPAL non ha affatto perso le speranze di poter riprendere Grassi dal Napoli, nel frattempo ragiona anche su Maggiore dello Spezia. Arriveranno anche due difensori (Bonifazi e Simic sono due ipotesi credibili) e un giovane attaccante (Moncini).
Contemporaneamente Vagnati dovrà dedicarsi alle cessioni: Un portiere (Thiam, probabilmente) lascerà Ferrara, così come Cremonesi, Vaisanen e forse anche Salamon. Tra i centrocampisti si cerca collocazione per Vitale, così come per Pa Konate. Anche Mawuli e Finotto sono nella lista dei partenti.

foto: ufficio stampa SPAL

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0