Il derby di sabato sera? Facciamo chiarezza: indiscrezione per ora priva di fondamento

Allo stato attuale (le 11.25 di venerdì 27 luglio) la Lega di Serie A non ha ancora reso nota la distribuzione precisa delle partite delle prime tre giornate di campionato nell’arco dei tre giorni previsti (sabato, domenica, lunedì in vari orari). Per cui appare priva di fondamento l’indiscrezione per la quale Bologna-SPAL del primo turno sarebbe in programma sabato 18 agosto alle 20.30.

La confusione sembra essere stata alimentata dalla schematizzazione apparsa sul sito della Gazzetta dello Sport (rapidamente ripresa altrove), che ha già diviso le partite dei primi tre turni nelle caselle orarie predisposte per ragioni televisive dalla stessa Lega. A meno che la redazione di Gazzetta non disponga di informazioni di primissima mano (prima ancora di Sky che detiene i diritti?) sembra essere un banale problema di automatizzazione: le partite delle prime tre giornate infatti sono state distribuite a cascata secondo l’ordine con il quale è stato stilato il calendario, come dimostra l’immagine esemplificativa che abbiamo preparato di seguito.

Per cui non è ancora il momento di fare progetti e disdire impegni: l’ufficialità su giorni e orari delle prime tre giornate sarà tale solo quando apparirà il comunicato ufficiale sul sito della Lega di serie A, la fonte primaria per questo genere di informazioni.

Vale la pena ricordare la distribuzione di giorni e orari delle prime tre giornate:
– La prima e la seconda giornata si disputano domenica 19 e domenica 26 agosto 2018 con inizio alle ore 20.30 (6 gare), con due anticipi sabato rispettivamente alle ore 18 e alle ore 20.30, un anticipo domenica alle
ore 18 e un posticipo lunedì alle ore 20.30.
– La terza giornata (2 settembre) si disputa domenica 2 settembre 2018 con inizio alle ore 20.30 (6 gare),
con un anticipo al venerdì alle ore 20.30, due anticipi sabato rispettivamente alle ore 18 e alle ore 20.30 e un anticipo domenica alle ore 18

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0