All’improvviso ecco Nikolic. Arriva dal Partizan Belgrado l’ultimo colpo di mercato di Vagnati

I più attenti si saranno accorti che in entrambe le amichevoli giocate mercoledì dalla SPAL e vinte per 2-1 e 4-1, rispettivamente contro le formazioni slovene ND Gorica e Koper, nei tabellini è comparso un nome fino ad ora mai letto: Lazar Nikolic. 11′ nella prima sfida, 12′ nella seconda, e qualche sguardo particolarmente interessato rivolto nella sua direzione. E’ lui l’ultimo colpo di mercato biancazzurro?

In ordine temporale sì, ma difficilmente la campagna acquisti della SPAL si fermerà con il suo arrivo, anche perché questo ha tutta l’aria di essere un innesto in ottica Primavera. Nikolic, infatti, centrocampista classe 1999, andrebbe ad occupare una casella da fuoriquota nella rosa allenata da Marcello Cottafava. Ma chi è Lazar Nikolic? Le informazioni su di lui non sono di immediata reperibilità vista la giovane età e una carriera ancora tutta da scrivere, ma wyscout evidenzia soprattutto la buona qualità del giovane serbo prelevato dal Partizan Belgrado (mancano solo alcuni dettagli burocratici dal momento che lo status è di extracomunitario). Dotato di un buon destro, può essere utilizzato sia in posizione di esterno sinistro, ma soprattutto di mezzala mancina, che gli permette di sfruttare il classico movimento a rientrare per mettere a fuoco la porta e cercare la conclusione. Dalla sua ha 54′ minuti nella Prva Liga (serie A serba) con la maglia dell’OFK Belgrado nella stagione 2016-2017, appena prima di passare al Partizan (ex squadra anche di Everton Luiz), dove con l’under 19 ha ben impressionato all’ultima Viareggio Cup.

Il mercato giovanile, però, non si ferma qua, perché tuttomercatoweb ha annunciato il passaggio alla SPAL dell’islandese Mikael Egill Ellertsson (16 anni), prelevato dal Fram Reykjavik. Occhi anche in direzione Finlandia, dove gioca Niklas Jokelainen, punta diciottenne dell’Ilves Tampere. Stando ai media locali, dopo Vaisanen potrebbe esserci interesse anche per un altro finnico.

 

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0