Il bilancio di Colombarini in coda al ritiro: SPAL sulla strada giusta, ora cerchiamo le ultime pedine

Una vittoria arrivata allo scadere contro i vincitori dell’ultima edizione della Coppa di Germania non può che far bene al morale della squadra ma anche della dirigenza. Simone Colombarini con la solita calma e lucidità che lo contraddistinguono traccia un bilancio della prima fase della preparazione lanciando uno sguardo a quello che che potrà accadere da qui alla fine del mercato.

È sempre bello ottenere un vittoria, soprattutto quando questa è accompagnata da una bella prestazione come è avvenuto oggi. Dopo un inizio un po’ accorto, nel quale abbiamo sofferto la loro velocità, la SPAL ha tenuto bene il campo e nel secondo tempo abbiamo segnato la rete della vittoria. Ci sono ancora tante cose da migliorare, ma se ad agosto non fosse così sarei molto preoccupato. La squadra ha lavorato tanto sia a Tarvisio che ad Auronzo e i carichi di lavoro pesanti si sono visti anche oggi. Inoltre, imparare gli schemi per tutti i nuovi richiede tempo, ma penso siamo sulla strada giusta. In Moncini crediamo molto, oggi ha fatto vedere le sua qualità e sono contento per il gol che ha realizzato, perché gli darà fiducia. La rosa è ampia al momento, ma per il mercato dovete chiedere a Vagnati. Siamo quasi al completo, ci mancano poche pedine e vogliamo scegliere bene in queste due settimane che mancano all’inizio del campionato. Il budget come sapete non è illimitato, ma faremo di tutto per azzeccare i colpi che ci mancano, che potrebbero essere due, tre, quattro, ma sempre rispettando le somme previste. Ad oggi forse l’unico reparto che necessita qualche intervento è il centrocampo, vedremo nei prossimi giorni cosa si potrà fare”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0