Il mistero della maglia “del Presidente”, ma dalla Lega di Serie A arrivano le prime anticipazioni

Risale solamente alla scorsa settimana la presentazione dei due completi ufficiali da gioco e delle mute dei portieri. Alla sala dell’Imbarcadero 2, nei meandri del Castello Estense, l’unica maglia a non essere svelata fu quella “del Presidente”, ufficialmente la terza della SPAL, ma la prima nel cuore di Walter Mattioli, che a tal proposito riuscì a mantenere il più totale riserbo, dando appuntamento a tutti al 10 agosto, quando in piazza Castello, oltre alla squadra, verrà presentata anche la sua divisa.

Ma a rovinargli parzialmente i piani è stata direttamente la Lega di Serie A, che in un comunicato pubblicato nella giornata di venerdì ha riassunto in una tabella tutte le combinazioni ufficiali dei completi delle 20 squadre di serie A. Si va dalla classica prima divisa (maglia biancazzurra a strisce verticali, pantaloncini bianchi e calzettoni bianchi con banda orizzontale azzurra) alla seconda decisamente stravagante ma d’impatto (arancio con banda trasversale biancoazzurra, pantaloncini arancio e calzettoni arancio con banda bianca orizzontale).

La terza, invece, viene descritta così: maglia e pantaloncini blu navy, così come i calzettoni, corredati da una banda orizzontale bianca. Per quanto riguarda il colore, l’informazione non poteva essere più dettagliata. Ora resta solamente da capire quale sarà la fantasia che decorerà la maglia. Lo scorso anno fu la sagoma del Castello sullo sfondo ad arricchire la terza divisa firmata Macron. Per il prossimo campionato, invece, si inseguono più voci, ma nessuna di queste, chiaramente, è ufficiale: si va dalla “copia” della coreografia che la Ovest ha imbastito durante il derby casalingo contro il Bologna (San Giorgio spallino che doma il drago a tinte rossoblu) ad un’immagine vera e propria della Ovest, ma per sapere tutto con assoluta sicurezza bisognerà aspettare il 10 agosto. E ormai manca veramente poco.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0