Processo d’appello del Parma: niente penalizzazione per la squadra, squalifica ridotta a Calaiò

Nella prossima serie A il Parma partirà da zero punti proprio come tutte le altre squadre partecipanti. La Corte Federale d’Appello della Figc ha infatti accolto il ricorso del club emiliano, così come quello del suo tesserato Emanuele Calaiò, che era stato accusato (e poi condannato in primo grado) di aver provato a influenzare l’andamento di Spezia-Parma dello scorso campionato di serie B attraverso dei messaggi inviati allo spezzino De Col.

In primo grado il Parma era stato condannato a una penalizzazione di 5 punti da scontare nel prossimo campionato, mentre per Calaiò era arrivata una squalifica di due anni, unita a 20mila euro di ammenda. La penalizzazione per il club è stata cancellata ed è rimasta una multa di 20mila euro, mentre l’attaccante se la cava con 6 mesi di squalifica e una multa di 30mila euro.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0