Il primo giorno sul campo del nuovo Kleb: le parole di Bonacina, Pasi, Fantoni e De Zardo

E’ ufficialmente partita la stagione 2018/19 del Kleb Basket Ferrara, che agli ordini di coach Andrea Bonacina si è radunato giovedì sera al palazzetto dello sport davanti ad una nutrita schiera di tifosi, che nonostante il caldo di questi giorni non ha voluto perdersi la prima uscita della nuova Bondi. Per la truppa biancazzurra sono previsti dieci giorni di lavoro a Ferrara, prima dello spostamento del 26 a Sestola per l’amichevole contro la Virtus Bologna. Quindi una settimana di raduno in altura, prima a Loiano, poi al “Villaggio Salute Più” di Monterenzio. Il 5 settembre scrimmage al palazzetto contro i russi del Saratov.

E’ un coach Bonacina carico a mille quello che si presenta ai nastri di partenza della nuova stagione, conscio delle difficoltà che la sua squadra andrà ad affrontare durante l’anno, ma anche desideroso di stupire: “Già nei prossimi tre giorni cominceremo a sviluppare qualche concetto, non vogliamo avere tutto subito ma dobbiamo mettere in chiaro che ci saranno cose non negoziabili, come impegno, puntualità e passione. Sicuramente la linea giovane mi piace, l’idea di poter plasmare un gruppo e di poter crescere assieme mi affascina, ognuno nella propria area di competenza. Sarà una sfida quotidiana, dovrò accettare pregi e difetti di questi ragazzi: ci saranno certamente momenti difficili, ma dovremo essere bravi a dare il tempo a questo gruppo di crescere in maniera sana ed equilibrata. Avremo una varietà di soluzioni molto ampia, con tanti giocatori che potranno alternarsi tra loro. In questo mondo così social si parla spesso di hashtag, il nostro potrà diventare #LaNostraSfida, perché ognuno di noi ne ha una dentro di sé: io devo confermarmi a questi livelli in panchina, Panni deve fare un upgrade e dimostrare di poter partire in quintetto, Fantoni ha la responsabilità di essere il capitano di questo gruppo, Hall di esserne il leader, Pressley di affermarsi in questa categoria e così via. La chiave sarà quella di coniugare le singole sfide personali in un’unica sfida comune“.

Anche il direttore sportivo Pasi ha voluto dire la sua sulla costruzione del nuovo roster, un mix tra esperienza e tanta gioventù: “Ci sarà sicuramente un approccio diverso al lavoro quotidiano, fatto non più di gestione ma di allenamento puro. Abbiamo diversi giovani di belle speranze, alcuni di loro li volevamo già l’anno scorso, altri sono emergenti. Ci vorrà tanta energia e loro potranno darcela, speriamo di non soffrire della famosa coperta corta dell’anno passato. A stretto giro di posta si aggregheranno anche i due americani“.

Tanta voglia di fare e un posto da titolare in quintetto per Lorenzo De Zardo, che alla prima giornata affronterà subito quella che è stata la sua squadra per tre anni: “Sarà una sensazione strana giocare immediatamente contro Treviso, ma sono già carico a mille e non vedo l’ora arrivi quel momento. Partire in quintetto sarà bellissimo e mi responsabilizzerà molto, spero di far vedere a tutti quello di cui sono capace. So che per i tifosi ferraresi il derby con Cento sarà la sfida più sentita, quindi ho già messo il mirino sulla seconda giornata: affrontarli in casa sarà un motivo in più per dare il massimo“.

Tommaso Fantoni sarà il capitano e avrà il compito di fare da chioccia ai tanti giovani che calcheranno il parquet insieme a lui: “Sono convinto che potranno dare qualcosa già da subito, con l’aiuto di noi più esperti cresceranno velocemente. Sono contento del ruolo che mi è stato affidato, a 33 anni penso di avere il giusto carisma per essere il leader di questo gruppo. Tutti avremo qualcosa da dimostrare, dovremo ripartire dalla difesa: a me piace prendere un punto in meno in meno piuttosto che farne uno in più. Sono fiducioso e credo che con coach Bonacina potremo lavorare in maniera tosta, graduale ed intelligente, anche se i tifosi dovranno certamente avere un po’ più di pazienza. Intanto li ringrazio perché oggi erano in tanti e questa per noi è già una bella spinta“.

Nel frattempo il 28 agosto partirà la campagna abbonamenti, che sarà sottoscrivibile al palazzetto e presso il nuovo store di Via Garibaldi. Si preannuncia un calo dei prezzi in tutti i settori, nel tentativo di riavvicinare il pubblico alla palla a spicchi ferrarese. Si sta lavorando inoltre ad un accordo con la SPAL: chi ha sottoscritto l’abbonamento al “Paolo Mazza” potrà usufruire di uno sconto del 10% per assistere alle partite del Kleb. Previste anche riduzioni per diverse categorie.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0