La serata magica di Kurtic, l’esordio brillante di Missiroli e la buona guardia della difesa

Impossibile non scegliere Jasmin Kurtic come il migliore in campo di Bologna-SPAL. Lo sloveno ha deciso il derby con un gol meraviglioso, svettando su diversi compagni che comunque si sono ben comportati. Tra questi Cionek e il debuttante Missiroli .

GOMIS 6,5 – Vola su Palacio, prega su Helander. In mezzo tanta ordinaria amministrazione.

CIONEK 7 – Vive una serata di scontri sudamericani con Palacio e Santander. Esce sostanzialmente vincitore prendendo anche una discreta dose di botte, oltre che le porcate del pubblico bolognese. Fa una sciocchezza nella ripresa, costringendo Felipe all’ammonizione.

VICARI 6,5 – Gli gira attorno un bel marcantonio come Santander, ma non si fa intimidire. Muove il pallone senza rischi eccessivi e mette pezze spesso e volentieri, soprattutto sui traversoni di Mattiello e Dijks.

FELIPE 6,5 – Si prende delle licenze in fase d’impostazione, per il resto copre con una certa tranquillità perché il Bologna tende spesso ad attaccare sul fronte opposto. Prezioso sui calci piazzati, spende un giallo fondamentale per evitare dei guai. Helander gli scappa nel finale, ringrazia il legno.

LAZZARI 6 – Tra palle perse banalmente, cross addosso agli avversari e sfuriate in velocità con tiri dalla distanza, Manuel non si fa mancare niente. Ma conclude pochino in avanti, mettendo a referto una prestazione diligente. (dal 44′ s.t. SIMIC n.g. – Contraerea per i minuti di recupero).

KURTIC 7,5 – Fino al gol era da 5,5. Poi si è inventato una prodezza balistica di zamuneriana memoria che regalerà quantomeno una settimana di euforia all’intera città. Che bella iniezione d’autostima per lui. (dal 36′ s.t. VALDIFIORI 6 – Poteva iniziare mettendo subito a referto un assist, ma Antenucci spara addosso a Skorupski).

SCHIATTARELLA 6 – Imposta con la solita intelligenza, anche se i break dei centrocampisti rossoblù lo fanno soffrire. Sopperisce con l’acume ad alcune situazioni spinose in transizione.

MISSIROLI 7 – Gran bell’esordio. Grassi era un giocatore più d’assalto, il Missile invece sa giocare di fino e lo dimostra con dribbling e finezze assortite. Ci mette anche la gamba quando serve, facendo ordine con i suoi ripiegamenti. Nella ripresa finisce la benzina. (dal 24′ s.t. EVERTON LUIZ 6 – Entra al momento di fare legna e lui la fa).

FARES 5,5 – Si ritrova di fronte Mattiello a distanza di qualche mese. In contenimento se la cava, ma non si vede quando è ora di spingere. Deve ancora trovare le misure. Rimedia un giallo evitabile.

ANTENUCCI 6 – Il capitano prova a inventare, ma è controllatissimo per tutto il tempo. Spara addosso a Skorupski nel finale, peccato.

PETAGNA 6 – Sponde, protezione di palla e battaglie varie. Ha il compito ingrato di trasformare pallonacci in azioni sensate. Skorupski gli chiude la porta in occasione di una delle rarissime conclusioni.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0