Visto, firmato e sottoscritto: SPAL-Atalanta si giocherà ufficialmente al Paolo Mazza!

Sono servite quasi sei ore di sopralluogo, ma il risultato è stato portato a casa: la commissione provinciale di vigilanza ha detto sì, SPAL-Atalanta si giocherà regolarmente allo stadio “Paolo Mazza” lunedì 17 settembre alle 20.30. Febbrile l’attesa per l’esito della riunione, iniziata puntualmente alle 15.30 mentre fuori già si affollavano cronisti e semplici curiosi. Qualche sbirciata ha permesso di identificare alcuni dei componenti della commissione intenti a ispezionare i vari settori, ma il dispositivo di sicurezza approntato attorno allo stadio dalla SPAL ha prevenuto eventuali intrusioni. Già nel tardo pomeriggio qualche spiffero era comunque uscito ed era di segno positivo, fermo restando che l’allungamento dei tempi ha contribuito a sollevare qualche dubbio.

A certificare la svolta positiva ha provveduto l’assessore ai lavori pubblici Aldo Modonesi uscito – decisamente provato – attorno alle 21.30 dal cancello principale dell’ingresso vip-autorità su corso Piave: “Ce l’abbiamo fatta, c’è la firma sul verbale – ha detto Modonesi – ora restano da sistemare piccole prescrizioni relative ad alcune telecamere e delle lampade, ma passerà tutto dalla commissione comunale e verrà risolto tutto nei prossimi giorni. Lasciatemi dire: giocheremo in uno stadio bellissimo, sarà emozionante“. L’arrivo dell’ingegner Carlo Longhi alle 21.20 aveva lasciato presagire la fine dei lavori. L’ex arbitro è infatti un componente della Commissione Impianti Sportivi della Figc.

SPAL e amministrazione comunale hanno convocato una conferenza stampa per la mattinata di giovedì (ore 12) allo scopo di approfondire tutti i temi emersi nel corso dell’ispezione. Per i biglietti della partita presumibilmente ci sarà ancora da attendere: prima di aprire la prevendita sarà necessario ottenere il via libera del GOS in programma giovedì.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0