La Primavera inizia con un punto nel derby. Cottafava: Partita equilibrata e risultato giusto

Per uno scherzo del destino anche la Primavera della SPAL ha iniziato il suo campionato da Bologna disputando immediatamente il derby. A differenza dei ragazzi di Semplici, i giovani di Cottafava non sono riusciti a difendere il vantaggio acquisito, venendo recuperati da quella che è la squadra favorita per la vittoria finale del campionato e dovendosi quindi accontentare di tornare a casa con un punto.

Cottafava conferma la sua idea tattica, ovvero un 3-4-2-1, potendo contare su alcuni innesti importanti come Katuma, i migliori Under-17 dello scorso anno ed alcune importanti conferme, come quelle Esposito e Martina. Bologna che si schiera a specchio: difesa a tre e linea d’attacco con Rabbi e Cossalter liberi di muoversi alle spalle del possente bulgaro Krastev. La partita è vivace, con le due squadre che si danno battaglia a viso aperto. Tante le occasioni, da una parte e dall’altra, viziate alle volte più da errori in fase difensiva che non dalla bravura degli attaccanti.  La SPAL attacca sfruttando soprattutto le corsie, con Katuma e Martina bravi a spingere ed affondare sia da destra che da sinistra. I loro cross però trovano attenta la retroguardia rossoblù, che si salva grazie a respinte dei difensori o deviazioni sui tiri degli attaccanti estensi. SPAL che però nel frattempo concede anche ripartenze pericolose agli avversari, fortunatamente non concretizzate. Il vantaggio per i biancazzurri arriva dopo un quarto d’ora. Esposito serve in verticale Chakir, abile nell’attaccare la profondità, inserirsi tra i due centrali e superare il portiere avversario con un tocco morbido. La SPAL potrebbe anche raddoppiare grazie ad un paio di occasioni, ma è il Bologna che riesce a pareggiare un secondo prima della pausa. All’ultimo minuto del primo tempo Krastev impatta di testa a centro area un cross dalla destra di Portanova. Sulla respinta del portiere lo stesso attaccante si avventa come un falco depositando in rete.

Nel secondo tempo la SPAL prova a condurre le operazioni, ma appare un po’ condizionata dal pareggio avversario nel recupero e impiega un po’ a ritrovare la giusta serenità. I più attivi sono Esposito, Spina e Cuellar, ma manca precisione sotto porta e spesso l’azione viene vanificata da errori nell’ultimo passaggio. Nel finale i ferraresi possono rammaricarsi per l’errore di Clement a tu per tu con il portiere. Lo svizzero si dimostra un fulmine nel superare il terzino avversario in velocità ma, a tu per tu con Fantoni, il tocco dell’attaccante biancazzurro finisce largo di poco.

Pareggio tutto sommato giusto per quello che sono le occasioni create. Pensiero condiviso anche da mister Cottafava, che si dice soddisfatto dell’esordio dei suoi ragazzi: “E’ stato un derby equilibrato, con tante occasioni. Sono soddisfatto sotto certi punti di vista. Soprattutto nel primo tempo abbiamo fatto delle ottime cose e secondo me meritavamo anche di conservare il vantaggio. Peccato per quel gol all’ultimo secondo che ci ha un po’ condizionato. Sono un po’ meno contento perché abbiamo rischiato in difesa e non per colpa dei difensori ma di tutta la squadra nel fare il lavoro difensivo. Sotto questo aspetto possiamo migliorare, però mi è piaciuta la voglia di andare a cercare di vincere la partita, la grinta, la disponibilità che i ragazzi ci hanno messo. E questi sono tutti aspetti positivi. Abbiamo poi concesso qualche occasione di troppo e su quello lavoreremo. Penso che il pareggio in fin dei conti sia il risultato giusto“.

Bologna – SPAL 1-1 (p.t. 1-1)

Bologna (3-4-2-1): Fantoni; Kastrati, Padovan, Busi; Portanova (dal 18’ s.t. Mantovani), Mazza, Cassandro, Visconti; Cossalter (dal 26’ s.t. Koutsoupias), Rabbi (dal 39’ s.t. Uhunamure); Krastev (dal 26’ s.t. Farinelli). A disp: Bizzini, Beltrame, Barnabà, Khailoti, Piccardi, Rosso, Saputo, Soldani. All. Troise.

 SPAL (3-4-2-1): Fallani; Pessot, Salvi, Farcas; Katuma (dal 42’ s.t. Coulange), Esposito, Uzela, Martina; Cuellar, Spina (dal 13’ s.t. Sare); Chakir (dal 26’ s.t. Clement). A disp: Campi, Cannistrà, Valesani, Biolcati, De Angelis, Alessio, Notaristefano, Seri, Minaj. All. Cottafava.

Arbitro: Sig. Cipriani di Empoli (ass.ti Sartori e Del Santo).
RETI: 16’ p.t. Chakir (S), 46’ p.t. Krastev (B).
Ammoniti: Salvi (S), Mazza (B), Esposito (S), Sare (S).
Recuperi: 1’ p.t., 3’ s.t.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0