Non c’è tempo per rilassarsi: subito una partitella per preparare la trasferta di Firenze

Riprendere gli allenamenti con in testa le prestazioni e l’atmosfera di lunedì deve aver trasmesso nei giocatori un profondo senso di soddisfazione ed entusiasmo. Almeno questo è trasparito dal linguaggio del corpo dei biancazzurri a margine del primo allenamento di preparazione verso la trasferta di Firenze.

Sotto gli occhi vigili di mister Semplici e di un decina di tifosi, Antenucci e compagni si  sono divisi in due gruppi: chi ha giocato ieri si è recato in palestra per il consueto lavoro di scarico, ad eccezion fatta di Francesco Vicari, uscito malconcio dopo una partita giocata con la febbre. Gli altri hanno giocato contro la Primavera una partitella di poco più di mezz’ora a tempo. Nel primo tempo classico 3-5-2 con Poluzzi tra i pali, linea di difesa composta da Simic, Djourou e Bonifazi (al rientro dopo l’operazione di luglio); Dickmann e Costa sulle corsie, Valdifiori in cabina di regia supportato da Everton e Valoti; coppia d”attacco Paloschi-Floccari. Nella Primavera da segnalare la presenza di Vitale, Moncini e Demba Thiam. Per la cronaca i giovani di Cottafava si sono imposti per una 1-0 e hanno anche colpito una traversa.

Nel secondo tempo Semplici ha optato per la difesa a quattro, inserendo Moncini al posto di Djourou. Formazione quindi con Poluzzi in porta, Dickmann terzino destro, Bonifazi e Simic centrali, Costa terzino sinistro; Everton, Valdifiori, e Valoti a formare un centrocampo a tre; Floccari attaccante di destra, Paloschi punta centrale e Moncini sul fronte sinistro. Milinkovic Savic ha preso il posto di Demba Thiam tra i pali della Primavera. Per la cronaca ad esultare questa volta è stata la prima squadra con le reti di Valoti ed Everton Luiz. Numerose le occasioni create da un pimpante Floccari, che però non ha trovato la via del gol. Non era presente all’allenamento Federico Viviani, assente giustificato per i postumi dell’infortunio patito ormai una decina di giorni fa.

foto: Isabella Gandolfi / ufficio stampa SPAL

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0