Esposito colpisce in avvio, il Carpi si ferma sui legni: la Primavera si prende i tre punti

Inizia col passo giusto il percorso casalingo della Primavera biancazzurra, vittoriosa per 1-0 sul Carpi in una partita più sofferta del previsto. A decidere la partita è una punizione di Esposito in avvio, accompagnata da un po’ di fortuna in occasione del palo e della traversa colpiti dai biancorossi.

Cottafava conferma per dieci undicesimi la squadra che sabato scorso aveva pareggiato a Bologna, fatta eccezione per Coulange che si prende una maglia da titolare in difesa al posto di Pessot. Il primo tempo è equilibrato con la SPAL che detta i ritmi di gioco, dialogando molto bene nella zona centrale del campo, senza però riuscire ad affondare, salvo qualche accelerazione di Cuellar. Il Carpi invece gioca di rimessa, cercando di sfruttare gli errori dei padroni di casa per rendersi pericoloso. Il gol che decide la partita arriva subito dopo sette minuti con Esposito che infila a fil di palo una punizione battuta dal limite dell’area. Il tiro del numero cinque  biancazzurro è forte – a mezza altezza – sul palo del portiere, che probabilmente non vede partire il pallone ed è costretto ad andare a recuperarlo in fondo alla rete. Il Carpi ci mette un po’ a reagire: la prima occasione pericolosa degli ospiti arriva infatti al 25’ con un’incursione dalla destra di Touré, il cui tiro viene bloccato senza troppi patemi d’animo da Fallani. Al 28’ sul fronte opposto ci prova Spina, ma la sua conclusione non nutre sorte migliore di quella del rivale. Un minuto dopo altro acuto del Carpi. Bokri, dopo aver ricevuto un passaggio in area di Mastromonaco, è bravo a difendere la palla al limite dell’area piccola e girarsi nonostante una stretta marcatura. Il suo tiro però si impatta sulla traversa dopo aver toccato le dita di Fallani e rimbalza pochi centimetri fuori dalla riga di porta. Al 35’ ancora una punizione pericolosa di Esposito. Da una mattonella più lontana rispetto a quella del gol il centrocampista ex Inter si vede respingere in corner da Maniglio un tiro ben angolato. Pochi minuti dopo ci prova anche Cuellar ma il suo tiro da fuori area impatta sulle gambe di un difensore.

Il secondo tempo viene interpretato dalle squadre in maniera più battagliera rispetto alla prima frazione. Dopo cinque minuti va vicino al pareggio il Carpi: cross dalla destra di un vivace Mastromonaco e colpo di testa da centro area di Bokri con la palla che sbatte sul palo alla destra di Fallani, bravo poi ad allontanare il pallone rimasto in zona pericolosa. La SPAL reagisce subito con un tiro a giro dalla sinistra del solito Cuellar, con la palla che sorvola di pochissimo la traversa. Al 16’ è nuovamente chiamato in causa Maniglio, che alza una conclusione da dentro l’area di Alessio, entrato all’intervallo al posto di Katuma, dopo aver agganciato un traversone sul secondo palo di Martina. Nel finale la SPAL è brava ad amministrare il vantaggio, con il Carpi che prova a far male dalla destra, ma i cross non generano alcun pericolo per la retroguardia estense. Pericoli che invece genera la SPAL, alla mezz’ora con un colpo di testa di Clement su cross di Cuellar, e dieci minuti dopo con un altro tiro di Alessio fuori di poco.

A fine partita un soddisfatto Cottafava ci dà la sua versione della partita: “Quelli di oggi sono tre punti che volevamo fortemente e che abbiamo preso in maniera tutto sommato facile, perché loro sono venuti a difendersi, anche se hanno dei buoni giocatori che in qualche situazione ci hanno messo in difficoltà. Noi in qualche situazione potevamo fare meglio, però direi che per le occasioni avute, per il gioco creato e per il possesso palla abbiamo meritato. C’è ancora tanto da lavorare ma è normale perché siamo solo alla seconda giornata di campionato e la strada è ancora lunga. Ci prendiamo tre punti insieme alle cose buone, mentre cercheremo di migliorare quelle non buone, sia in fase offensiva che difensiva. In linea generale sono soddisfatto e, anche se c’è da lavorare su qualche dettaglio, sinceramente vedo il bicchiere mezzo pieno”.

SPAL-Carpi 1-0 (p.t. 1-0) 

SPAL (3-4-2-1): Fallani; Coulange, Salvi, Farcas; Katuma (dal 1’s.t. Alessio), Esposito, Uzela, Martina; Cuellar (dal 41’ s.t. Minaj), Spina (dal 38’ s.t. Pessot); Chakir (dal 27’ s.t. Clement). A disp: Seri, Cannistrà, Biolcati, De Angelis, Sare, Campi. All. Cottafava.

Carpi (3-4-3): Maniglio; Ferrari An., Maroni, Giovane; Mastromonaco, Venturi (dal 29’ s.t. Cecon), Ricciotti, Ferrari Al. (dal 42’ s.t. Davoli); Giovannini (dal 29’ s.t. Contri), Bokri, Touré (dal 29’ s.t. Nsingi). A disp: Pizzonia, Lillaz, Bonacchi, Galli, Scacchetti, Danovaro, Iacovelli, Mascolo. All. Diddi.

Arbitro: Sig. Bitonti di Bologna (ass.ti Caviani e Pascali).
RETI: 7’ p.t. Esposito (S).
Ammoniti: Bokri (C), Venturi (C), Coulange (S), Uzela (S).
Note: giornata soleggiata, campo sintetico. Angoli 4-1. Recuperi 0’ p.t., 4’ s.t.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0