Allenamento a ranghi ridotti: solo palestra per Djourou, Bonifazi ancora a mezzo servizio

Il percorso di avvicinamento al posticipo dell’8^ giornata di domenica sera con l’Inter procede regolarmente al centro “Gibì Fabbri”, dove mercoledì mattina la SPAL si è ritrovata per l’unico allenamento a porte aperte della settimana. Mister Semplici, prima di dare inizio alla seduta tecnico-tattica, ha radunato i giocatori a centrocampo per analizzare la partita di Genova, prendendo in esame gli atteggiamenti positivi riscontrati contro la Sampdoria e puntualizzando alcuni aspetti da migliorare.

La seduta è poi proseguita con una lunga serie di esercizi tecnico-atletici come squat e slalom palla al piede ed è terminata con una partitella a campo ridotto, nella quale il tecnico toscano ha voluto focalizzare l’attenzione sull’intesa tra giocatori in fase di ricezione e possesso della sfera. Assente annunciato Jasmin Kurtic, che rivedremo probabilmente non prima di un mesetto, mentre Djourou, Paloschi e Viviani hanno svolto un lavoro differenziato, con gli ultimi due in grado comunque di calcare il campo, mentre al nazionale svizzero è stato riservato un lavoro esclusivamente in palestra.

Condizioni non ancora ottimali, invece, per Kevin Bonifazi, che ha abbandonato l’allenamento dopo la prima metà apparentemente sofferente nei movimenti di flesso-estensione del ginocchio. Da sottolineare, infine, l’utilizzo in partitella del giovane attaccante Jaume Cuéllar – quest’anno a disposizione di Cottafava nella Primavera.

foto: Isabella Gandolfi / SPAL

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0