Assenze pesanti anche per la Roma. Fuori Kolarov, De Rossi e Perotti. Dubbio Dzeko-Schick

Se Leonardo Semplici non sorride vista soprattutto la situazione in difesa, non è che Eusebio Di Francesco sulla sponda opposta stia tanto più allegro. Nella conferenza stampa di presentazione di Roma-SPAL l’allenatore giallorosso ha fatto il punto sulla rosa all’indomani del rientro dei giocatori delle nazionali: “Non sono arrivati tutti insieme, tipo Kluivert e Nzonzi ancora non si sono allenati con la squadra però da oggi li avrò tutti. Schick ha qualche problemino e oggi lo valuteremo. Giocherà uno tra lui ed Dzeko, giocherà chi mi darà maggiori garanzie, magari anche a partita in corso valuteremo. Non so dare una risposta definitiva perché devo vederlo in campo. Ieri non si è allenato con la squadra. Al di là degli infortuni che già sapete (Perotti, Karsdorp), gli altri stanno tutti bene. Kolarov e De Rossi sono in miglioramento, speriamo di averli in gruppo domenica e di recuperarli contro il Cska: per questa partita non saranno sicuramente convocati. Al posto di Kolarov giocherà Luca PellegriniPastore? È a disposizione, ieri ha fatto il primo allenamento. La condizione fisica la devo valutare volta per volta, ma sta bene”.

Di Francesco ovviamente ha parlato anche della SPAL: “Domani avremo una partita molto complicata, basta guardare l’ultima gara con l’Inter. Nell’ultimo periodo ha fatto pochi risultati, ma ha sempre giocato bene. Sottovalutare gli avversarsi è un errore che spesso si fa in questo ambiente. Dobbiamo affrontare la partita con grande attenzione, perché in squadra per esempio c’è Lazzari che è il giocatore che fa più dribbling nel nostro campionato. Il fatto di aver passato il nostro periodo peggiore lascia il tempo che trova, perché nel nostro campionato serve avere continuità per ottenere risultati importanti. Noi dobbiamo perseguire la nostra strada con grande dedizione“.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0