Biancazzurri di nuovo in campo con la testa al Frosinone. Assente Djourou, migliora Kurtic

Una SPAL galvanizzata dalla grande vittoria di Roma ha ripreso gli allenamenti dopo due giorni e mezzo di riposo concesso da mister Semplici e dal suo staff. Domenica alle 15 i biancazzurri affronteranno il neopromosso Frosinone, che si presenterà al “Mazza” con appena due punti in classifica e la panchina di Longo in bilico. Scontro salvezza a tutti gli effetti, nonostante la SPAL possa contare su undici punti in più. L’ultimo incrocio con i ciociari risale al campionato di serie B 2016/2017: in quella occasione si impose proprio il Frosinone per 2-0 con i gol di Ciofani e Ariaudo. Per la squadra al tempo allenata da Pasquale Marino pareva essere lo sprint decisivo per la conquista del campionato, invece poi la storia finì diversamente, come ben sappiamo.

La SPAL si avvicina all’appuntamentonelle migliori condizioni possibili, con il morale alle stelle e in buona condizione fisica. Tutti i giocatori hanno preso parte alla seduta di allenamento del martedì pomeriggio, a parte l’assente Djourou (i tifosi più social non si saranno fatti scappare la Instagram Story che lo ritraeva a un corso di lingua italiana). Continua il suo allenamento differenziato Kurtic, che si sta riprendendo dall’infortunio al gomito sinistro rimediato durante SPAL-Sassuolo dello scorso 27 settembre. Il centrocampista sloveno sta portando avanti il suo percorso di recupero che sembra procedere per il meglio, dal momento che si è allenato senza tutore. Qualche piccolo acciacco per Costa, con tanto di fasciatura vistosa al ginocchio destro: forse un po’ di affaticamento per il mancino, tornato titolare a Roma. Il numero 33 non ha partecipato alla partitella, preferendo un po’ di corsetta e una parte di lavoro differenziato assieme al preparatore atletico Fabrizzi. L’allenamento di oggi ha compreso una sessione di lavoro con la palla, alternata a scatti sul campo principale, sotto gli occhi sognanti dei bambini dell’Atletico Jolanda. A chiudere la seduta una breve partitella (a visibilità limitata) disputata sul campo 3 del centro di via Copparo.

foto: Isabella Gandolfi / SPAL

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0