Lazzari e Antenucci letali, gli errori in difesa pure. Il centrocampo di palleggiatori tiene bene

Il primo pareggio stagionale non può certo rallegrare Semplici e i suoi ragazzi per le modalità in cui è arrivato. Il doppio vantaggio sembrava aver spianato la strada ai biancazzurri, prima del solito gol subito su calcio d’angolo che ha riaperto la partita. La prestazione è stata nel complesso di buon livello e ad incidere in negativo, contro un avversario di sicuro spessore, sono stati ancora una volta errori individuali. Lazzari e il capitano Antenucci come veri e propri trascinatori di questo gruppo.

GOMIS 6 – Come lasciato intendere alla vigilia, Semplici lo ributta nella mischia dopo le incertezze palesate da Milinkovic-Savic contro la Lazio. Non può nulla sui gol subiti ed è bravo, nel secondo tempo, a chiudere su Joao Pedro dopo una sbavatura di Cionek.

CIONEK 5,5 – Nel primo tempo si è rivisto il difensore che l’anno scorso aveva entusiasmato il pubblico del “Mazza”. Sempre molto attento in marcatura, energico e falloso quando serve, ma anche quando non ce ne sarebbe bisogno. Nella ripresa un paio di errori gravi, tra cui quello che vale il 2-2: è in ritardo su Ionita e poi abbocca pure alla finta del centrocampista moldavo.

VICARI 6,5 – SPAL che tiene molto alta la linea difensiva e lui con grande precisione sui tempi di salita guida i compagni. Nell’unica occasione in cui sbaglia, il guardialinee lo grazia fischiando fuorigioco a Joao Pedro. Esce per infortunio. (dal 24’ s.t. BONIFAZI 6 – La SPAL subisce i due gol con lui appena entrato, ma lui di colpe ne ha poche.

FELIPE 6 – Rischia molto nel finale di primo tempo quando commette due falli molto vistosi nel giro di pochi minuti; Doveri fa finta di nulla sul secondo e lo salva. Dopo un quarto d’ora del secondo tempo deve alzare bandiera bianca per un problema alla schiena. (dal 13’ s.t. SIMIC 5,5) – Bravo a chiudere Sau sul primo palo al 69’ , ma sul gol del 2-1 è uno dei principali responsabili.

LAZZARI 7 – L’intesa col capitano è ormai consolidata e si infila sulla destra come un coltello nel burro. Con il terzo e il quarto assist stagionali consegna a Petagna e Antenucci i palloni trasformati poi in gol. Ci sono ancora margini di miglioramento, invece, quando si tratta di concludere l’azione: avesse centrato la porta con quel tiro nel primo tempo sarebbe stato da 7,5.

SCHIATTARELLA 6 – Rimasto senza mezzali “di passo” Semplici sceglie di cogliere l’opportunità giocando, in fase di possesso palla, con una sorta di doppio regista, alternando lui e Valdifiori in fase di costruzioni, con ottimi risultati. La sua prestazione scende di tono quando il fiato, col passare dei minuti, lo abbandona. Nel post partita Semplici rivela che il centrocampista napoletano ha giocato con un problema al collo accusato nel prepartita.

VALDIFIORI 6 – Primo tempo di grande ordine e sostanza tattica, aiutato, come detto, da Schiattarella in entrambe le fasi. Sostituito, forse troppo frettolosamente, nel secondo tempo. (dal 9’ s.t. KURTIC 6 – Semplici aveva voglia di rivederlo in campo e lo dimostra inserendolo già al 54’, col compito di dare fisicità al reparto e di arginare la catena di destra del Cagliari. Se la cava discretamente e al 90’ avrebbe anche la palla del 3-2 che però non riesce a colpire adeguatamente).

MISSIROLI 6 – Sembra vedersi poco nel vivo del gioco, ma tatticamente arriva sempre al momento giusto, recuperando diversi palloni e uscendo con grande eleganza palla al piede. Sul 2-1 sardo Pavoletti gli salta in testa, ma le responsabilità non sembrano sue. Nell’azione del 2-2 probabilmente potrebbe chiudere meglio su Padoin.

FARES 6 – Spinge mettendo in mezzo diversi palloni interessanti, come quello al 90’ sul quale Kurtic non trova il modo di calciare verso la porta da buona posizione. Le palle perse, spesso banalmente, però non sono mancate neanche oggi. A volte tende a indugiare troppo ed a fare scelte un po’ troppo rischiose.

PETAGNA 6,5 – Segna dopo pochi minuti con la gentile collaborazione di Srna che lo aiuta a spiazzare Cragno. Potrebbe raddoppiare dopo pochissimo, ma un grande intervento del portiere ospite glielo nega. Nel resto della partita tanto lavoro, condito da diversi errori, ma la palla che lancia Lazzari in occasione del 2-0 arriva da una sua bella giocata.

ANTENUCCI 7 – Protagonista nel primo tempo insieme a Lazzari, mandando in paio di occasioni l’esterno spallino sul fondo per poter crossare, sulla prima delle quali Petagna firma il vantaggio. Nel secondo tempo sfrutta invece il lavoro del compagno per mettere a sedere un avversario in area e segnare il suo terzo gol stagionale con un gran gesto tecnico.

SEMPLICI 6,5 – Ritrova la sua SPAL, anche se il 2-2, per come è maturato, sembra essere un risultato negativo. La squadra, dopo un paio di partite da dimenticare, ha mostrato grande voglia e personalità e, fino al 2-0, ha messo sotto un Cagliari costruito per altri obiettivi. Se poi ci si mettono gli infortuni e gli errori individuali, lui può farci davvero poco.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0