Ragionamento Semplici: Tre punti importantissimi per ripartire

Al termine dell’ottima partita giocata dalla SPAL a Pistoia, abbiamo raccolto le impressioni dei protagonisti di giornata, proferite nella sala stampa dello stadio “Melani”.

LEONARDO SEMPLICI (in collaborazione con Pistoiasport.com)

DAVIDE DI QUINZIO
“Quando si vince così non si può che essere contenti. Ringrazio il mister per avermi dato fiducia, spero di averlo ripagato con la prestazione anche se non sono ancora al cento per cento della condizione. Penso che oggi si siano visti miglioramenti sotto ogni punto di vista e soprattutto penso si sia visto giocare a calcio. Anche la settimana scorsa con la Carrarese nei primi venti minuti li abbiamo messi sotto, poi sappiamo tutti com’è andata a finire. È una vittoria di quelle che fa morale, soprattutto a livello psicologico, visto che venivamo da quattro sconfitte consecutive e da una contestazione. Penso che i nostri tifosi sotto il punto di vista dell’impegno non possano dirci niente, ma è normale che con una squadra del genere ci si aspetti di più. La contestazione quindi ci può stare, dopotutto se serve per farci vincere cinque a uno… (ride)”.

MANUEL LAZZARI
“Nel primo quarto d’ora abbiamo risposto al loro possesso palla chiudendoci bene, poi la partita è decollata. Con il cambio di modulo ho cambiato anche ruolo ed è normale che per il momento mi preoccupi di più di difendere bene. Tuttavia la mia caratteristica è la corsa quindi ogni tanto riesco anche a raggiungere il fondo. Le cose sulle quali da lavorare sono ancora tante, ma secondo me siamo sulla buona strada. L’infortunio a fine partita? Ho solo preso una botta forte, riesco a camminare tranquillamente quindi nessun problema. Ora ci riposiamo un po’ per le feste poi torneremo a lavorare, la prossima è in casa con la Reggiana e sappiamo che importanza ha questa partita sia per noi, che per i tifosi, che per la nostra società”.

la foto di copertina realizzata da Stefano Berti è gentilmente concessa dai colleghi di Pistoiasport.com

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0