La SPAL di Coppa non sbaglia un colpo: eliminato il Bassano, a segno Veratti e Gasparetto

L’avventura biancazzurra in Coppa Italia prosegue. La SPAL capitalizza al meglio le occasioni avute nel corso della prima frazione ed elimina il Bassano con le reti di Veratti (seconda rete in Coppa, migliore tra gli spallini) e Gasparetto. Ispirato Lazzari, positivo Veratti, bene Silvestri, Capece e Gasparetto. Nel finale, esordio per Pappaianni appena arrivato dall’Alessandria.

Due giri di lancette e la SPAL va a vuoto sulla sinistra, ma lo scambio veloce che manda al cross Semenzato non trova adeguata conclusione, perché Maistrello non interviene. Messo da parte un avvio in affanno sull’out mancino, la SPAL si affaccia in avanti e passa in vantaggio. Discesa di Lazzari sulla fascia destra che culmina con un traversone basso deviato in spaccata da Veratti. Grandi guarda la sfera infilarsi nell’angolino. Il Bassano prova a riorganizzarsi. Stevanin dalla media distanza lascia partire un mancino senza precisione. Il momento difficile di Giani è certificato dal fallo a Maistrello lontano dall’area, con tanto di cartellino giallo. Veratti, buono il suo apporto alla causa spallina, si scontra con Stevanin, poi rientra in campo con una vistosa fasciatura. Lunghe pause e rare fiammate. Al 28’break di Lazzari, ma l’esterno vanifica lo sprint con un passaggio per Landi intercettato a metà strada. Errore che innesca il contropiede veneto: Cortesi si invola e pennella al centro, la difesa spallina respinge sui piedi di Davì che calcia a fil di palo. La SPAL riparte sulla sinistra con lo scambio Landi-Rosina, cross teso di quest’ultimo e conseguente risposta corta dei giallorossi sulla quale si avventa Landi, ma la conclusione viene murata. Ad un minuto dall’intervallo i biancazzurri raddoppiano. Lazzari guadagna un corner sulla destra. Capece pennella all’altezza del dischetto dove Gasparetto va alla caccia della sfera che poi devia in bello stile in fondo alla rete. Il tempo si chiude con uno slalom di Lazzari che si accentra e incrocia il mancino, ma Grandi allunga in corner.

In avvio di ripresa SPAL subito avanti con una doppia chance per Finotto. Il Bassano spinge a sinistra con Stevanin, ma Maistrello non impatta al meglio il cross del terzino. Poi è Nolé dalla distanza a chiamare in causa Albertoni. Al 55’ punizione di Giani alzata sopra la traversa da Grandi. Poi Albertoni anticipa con i pugni Stevanin pronto a colpire di testa su corner. Il Bassano prova a cambiare qualcosa con gli ingressi di Cattaneo e Iocolano per Furlan e Nolé. Al 62’Capece per Veratti, l’ex Bologna evita il portiere, ma dalla linea di fondo la sua conclusione si stampa sul palo. Succede poco prima del 78’ quando Rosina serve da sinistra per la spaccata di Landi, ma è da applausi il tuffo di Grandi, che evita il tris. Nel quarto d’ora finale c’è da segnalare solo l’esordio spallino per Pappaianni approdato a Ferrara nello scambio che ha portato Germinale all’Alessandria. L’ultimo sussulto è griffato Cattaneo con un tiro dalla distanza alzato in corner da Albertoni. La SPAL guadagna la semifinale di Coppa Italia Lega Pro in cui troverà il Como.

SPAL-BASSANO VIRTUS 2-0 (2-0)

SPAL (532): Albertoni; Lazzari (dal 39’s.t. Pappaianni), Silvestri, Gasparetto, Giani, Rosina; Bellemo, Capece, Landi; Finotto (dal 29’s.t. Di Quinzio), Veratti (dal 22’s.t. Zigoni). A disp.: Menegatti, Aldrovandi, Gerbaudo, Nava. All.: L. Semplici.

BASSANO VIRTUS (4231): Grandi, Semenzato, Ingegneri, Zanella, Stevanin; Cenetti (dal 37’s.t. Proietti), Davì; Cortesi, Nolé (dal 13’s.t. Iocolano), Furlan (dal 13’s.t. Cattaneo); Maistrello. A disp.: Rossi, Bizzotto, Priola, Proietti, Pietribiasi. All.: F. Farina (Asta squalificato).

ARBITRO: Sig. Balice della sez. di Termoli (ass.ti: Pancioni-Orlando)
MARCATORI: 11’Veratti (S), 44’Gasparetto (S)
AMMONITI: Giani (S), Lazzari (S), Davì (B), Cenetti (B)
NOTE: cielo sereno, giornata soleggiata, ma fredda, terreno in buone condizioni. Spett.: 150 circa. Rec.: 1’,4’. Angoli: 8-4 per la SPAL.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0