Amici è monumentale, Hasbrouck esce ammaccato, Pipitone si fa rispettare

L’assenza di Benfatto, alcune scelte arbitrali e la prova di spessore degli avversari hanno senz’altro giocato un ruolo di primo piano nella sconfitta dei biancazzurri. Ma vanno registrate anche alcune prove inferiori alle aspettative.

CASTELLI 5.5 – Non gioca con la scioltezza di Gara 1, faticando a trovare la via del canestro, difensivamente risponde presente, ma non basta.

HASBROUCK 6 – Viene preso a sberle dal primo al quarantesimo minuto, gli arbitri non lo tutelano. Nonostante ciò riesce a sferrare qualche zampata per la causa biancazzurra.

HUFF 5.5 – Prova a scaldarsi volando ad alta quota per qualche rimbalzo, tenta una schiacciata subendo il secondo antisportivo di Candussi, ma rimane freddo come un ghiacciolo e commette anche qualche ingenuità.

FERRI 5 – La sua partita inizia a 2:37 dalla sirena, con la tripla del -5. Prima solo due punti in 37 minuti, nervosismo e un antisportivo per un brutto colpo a Greyson.

PIPITONE 7 – 12 punti con 6/7 dal campo e 8 rimbalzi, non fa rimpiangere il più esperto Benfatto in una Gara 2 di playoff contro una squadra di categoria superiore. Serve altro?

AMICI 7.5 – Partita eccezionale in ogni zona del campo diversa dalla linea dei tiri liberi: riesce nella difficile impresa di chiudere col 60% da tre e col 30% da uno. E’ il protagonista di ogni break biancazzurro, unico lottatore in campo, frustrato, esce per falli nel finale dopo una sacrosanta protesta dovuta ad un non-fischio in contropiede.

CASADEI 6 – Offre un buon supporto difensivo sotto le plance, alcuni buoni palloni smistati dal post-alto e una schiacciata-amarcord in mezzo all’area triestina.

BOTTIONI sv – Un contropiede in appena tre minuti di utilizzo.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0