Per Zigoni un quasi-gol, difesa ancora una volta solida, note liete da Posocco e Spighi

>La SPAL espugna il Mapei Stadium offrendo una prova convincente in una partita tutto sommato tranquilla e dai ritmi non elevati. Continua a sorprendere in positivo Posocco, mentre Spighi è letteralmente imprendibile. Davanti, Ferri non smette mai di correre.

CONTINI 6 – Ordinaria amministrazione per tutta la gara. La parata più importante è senza dubbi quella al dodicesimo della ripresa su Angiulli. Si concede anche un dribbling mozzafiato dimostrando ulteriore personalità.

POSOCCO 7 – Ancora una volta in Coppa Italia si mette in mostra nel migliore dei modi macinando chilometri sulla corsia di destra. Ha i tempi giusti e l’intelligenza di cercare il dialogo con i compagni. Tutte le sue giocate hanno un senso.

GIANI 6,5 – Mantiene ordine e dà tranquillità a tutto il reparto. Quando serve ci mette fisico e cattiveria agonistica. Affidabile.

CECCARONI 6,5 – Teoricamente un mancino utilizzato come interno difensivo di destra potrebbe trovare qualche difficoltà. Lui no. Disimpegna senza troppi affanni e continua nel migliore di modi il suo processo di crescita. Con il Pisa toccherà ancora a lui.

DE VITIS 6,5 – Semplici lo impiega al centro della difesa, lui risponde con una prestazione ordinata senza sbavature. Subisce un duro colpo sul finire del primo tempo e nella ripresa viene richiamato in panchina anche in ottica Pisa. (Dal 13′ s.t. COTTAFAVA) 6 – Risparmiarsi per il Pisa? Neanche per sogno. Mezz’ora in campo per alzare il muro biancazzurro e alzare di qualche metro la retroguardia. Dettaglio importante.

BEGHETTO 7 – Fiato, corsa, tecnica e voglia di darsi da fare. L’esterno sinistro spallino anche questa sera sfoggia una prestazione strepitosa macinando il terreno di gioco fino al triplice fischio. In questo momento è imprescindibile.

SPIGHI 7 – Altra prestazione ad alto tasso di argento vivo. Corre ovunque, dialoga bene con Posocco ed è protagonista del rasoterra velenoso che causa l’autorete di Castellana. Non si tira mai indietro nei contrasti.

BELLEMO 6 – Nella prima frazione risulta lento, impreciso e viene anche ammonito. Migliora nella ripresa, contribuendo alla vittoria, anche se lo ricordiamo in circostanze più brillanti.

CAPEZZANI 6 – Impiegato come mezz’ala di sinistra, cerca di aprire quasi sempre il gioco verso la parte opposta ignorando spesso Beghetto. Risulta comunque intraprendente e volenteroso. Ha le qualità, potrebbe osare di qualcosa in più. Esce applaudito dai compagni. (dal 19′ s.t. MORA) 6 – Oltre a essere un grande giocatore è anche un talismano. Entra e poco dopo la SPAL va in rete. Non sbaglia un passaggio.

FERRI 6,5 – Prova a vivacizzare l’attacco con le sue sfuriate anche se a tratti la squadra non sembra avere i suoi ritmi. Impegna l’intera difesa reggiana ed esce stremato a pochi giri d’orologio dalla fine. Se nelle gerarchie non avesse davanti Finotto, Cellini e Zigoni, sarebbe sicuramente più impiegato. (dal 42′ s.t. FINOTTO) s.v. – Troppo poco per essere giudicato.

ZIGONI 6 – La sua non è una partita brillante. Nel primo tempo tarda alcuni movimenti, ma nell’occasione dell’autorete di Castellana è al posto giusto e la sua presenza risulta determinante nella circostanza.

All.: SEMPLICI 7 – Che dire se non… complimenti. La sua SPAL vola in campionato e si qualifica agli ottavi di finale di Coppa Italia dove affronterà il Tuttocuoio. Ha il grande merito di coinvolgere tutta la rosa e di favorire la crescita dei ragazzi più giovani.

Reggiana: Rossini 6,5, Castellana 5, Di Nicola 5,5 , Angiulli 6 (dal 21′ s.t. Bartolomei 5,5), Parola 6, De Biasi 5,5, Mogos 5,5, Maltese 5,5, Pesenti 5 (dal 31′ s.t. Loi 6), Nolè 6, Ceccarelli 5 (dal 39′ s.t. Silenzi s.v.). All.: Colombo 5,5.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0