Gioventù spallina in prestito: Atzori Jr. si perde il big match di Parma, in evidenza Merighi

Domenica con poche soddisfazioni e minuti nelle gambe per i ragazzi spallini in prestito. In serie D giocano solo Laquaglia e Concas, il centrocampista però deve uscire dopo un contrasto di gioco. Auguri per un pronto ritorno. In Eccellenza, sotto la sufficienza Baldon e De Martino, ma c’è il ritorno di Merighi. Nei dilettanti si riapre il calciomercato, da valutare le posizioni di alcuni under poco impiegati.

SERIE D

MARCO LAQUAGLIA (MEZZOLARA)- Pareggio che sa di beffa per il suo Mezzolara. Contro il Bellaria, penultimo in classifica, i bolognesi si aspettavano di più. Avanti 2-0 nel primo tempo e con diverse occasioni fallite per dilagare, la formazione di mister Bazzani subisce la rimonta dei romagnoli al 90′ facilitati anche dall’inferiorità numerica dei padroni di casa. L’ex capitano trova una maglia da titolare nell’undici di partenza e tiene bene gli avanti avversari. Non ha colpe sui gol.

ALESSIO ATZORI (RAVENNA)- Il Ravenna regala un tempo al miglior Parma della stagione davanti alle telecamere di Sky e al collegamento speciale di “Tutto il calcio minuto per minuto”. Messina, Baraye e un’autorete di Ballardini portano avanti i ducali, che nella ripresa subiscono due reti (mai accaduto finora) con l’eterno Innocenti e lo stesso Ballardini. Non basta. Prima sconfitta della gestione Mosconi. Tra gli ex in campo: Miglietta (Parma), Battiloro e Del Mastio (Ravenna) manca di nuovo Atzori. Al suo posto Mosconi preferisce ancora Maini. Sfuma così per il giovane spallino un’importante vetrina.

DAVIDE SCARPI (LEGNAGO SALUS)- Il Legnago di mister Orecchia strappa i tre punti col Lentigione degli ex Vecchi e Pandiani. Assente l’attaccante Scarpi.

GIANMARCO PIERFEDERICI (SAN MARINO)- Il San Marino impone il pari in casa dei galletti del Forlì (2-2). Mister Medri tiene in panchina l’esterno offensivo biancazzurro.

ALBERTO MILAN E CORRADO CONCAS (TAMAI)- Le furie rosse vincono in pieno recupero la sfida con il Montebelluna (2-1). Buona prova della mezzala spallina che al 59’ deve lasciare il campo per un brutto pestone. Al suo posto entra Tuan, l’autore del gol-partita.

GIOVANNI RANIERI (FOLIGNO)- Derby amaro per il Foligno, ko in casa con il Gubbio (1-2). Il portiere resta ancora in panchina.

ECCELLENZA

FEDERICO MERIGHI (SANT’AGOSTINO)- I ramarri si impongono sul difficile campo del Meldola (0-1). E il “Mero” ritrova prestazioni consone al suo standard. Partita ben oltre la sufficienza da terzino sinistro. In avvio, effettua un salvataggio che vale un gol poi copre bene soprattutto quando Lodi lascia in dieci i ramarri al sesto della ripresa. Positivo il commento dei colleghi de La Nuova Ferrara: “6,5. Salva il vantaggio meldolese al pronti-via e per il resto dei 90′ è attento e preciso”.

GIOVANNI DE MARTINO (ARGENTANA)- L’Argentana supera tra le mura amiche il Cervia (2-1) dell’ex “Campioni” Bondi. Argentana che chiude in nove con le espulsioni del portiere Anselmi al 35’ e quella di Farina al 96’. Parte titolare il centrocampista spallino che poi viene sostituito al 68’ da Arrobi sull’1-1. Opaca la sua prova per La Nuova Ferrara: “5,5. Non incide quasi mai, si perde nella nebbia”.

ANDREA BALDON (COPPARESE)- La Copparese dura un tempo contro il Sasso Marconi (3-0) dell’ex Sassuolo Noselli, autore di una doppietta. Partita tutto cuore per il centravanti spallino, ma non basta. Prestazione da 5,5 per i colleghi de La Nuova Ferrara: “Lotta come pochi, però molti errori ne evidenziano le difficoltà”. In campo nella ripresa per il Sasso Marconi anche l’ex Berretti Enrico Raspadori, arrivato in prestito lo scorso anno dal Sassuolo.

FEDERICO NAVA E NICOLA BERTO (ADRIESE)- Nella domenica che riporta l’Adriese in testa alla classifica assieme al Caldiero, grazie al 2-1 sull’Azzurra Sandrigo, non c’è Nava. Il terzino è rimasto fermo per un lieve infortunio patito nel corso della settimana. Panchina per l’esterno Berto. Da segnalare il furto degli effetti personali dei giocatori granata tra il primo e il secondo tempo.

 

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0