Nuovo sponsor per la SPAL, Mattioli: Ne siamo orgogliosi. Pisa? Mi interessa solo il risultato

puntocom

In attesa della campagna acquisti della prossima estate, la SPAL prosegue nel suo rafforzamento sul fronte commerciale, annunciando una nuova partnership con Puntocom Group, azienda di servizi informatici con base a Coccaglio, in provincia di Brescia. I precedenti recenti di bresciani alla SPAL fanno alzare un sopracciglio e il fatto che Puntocom in passato abbia collaborato anche con il Parma può fare alzare pure l’altro, ma ci pensa subito il presidente Walter Mattioli a fornire rassicurazioni: “Puntocom è un’azienda seria e importante, che ha sposato il nostro progetto e che ci permetterà di fare cose davvero interessanti. Il nostro settore commerciale sta facendo un grandissimo lavoro per coinvolgere sempre più imprenditori. Lavoriamo in prospettiva per raccogliere i benefici il prossimo anno, si spera in una categoria superiore. Abbiamo al nostro fianco aziende fiduciose del nostro operato e che confidano nel raggiungimento di determinati traguardi: questo ci dà grande orgoglio e carica per lavorare seriamente e serenamente”.

Daniele Vitali, fondatore di Puntocom, spiega così la scelta di avvicinarsi alla SPAL: “Quando sono stato contattato dall’ufficio marketing ho capito subito che si trattava di una bella opportunità, visto che il nome della SPAL è conosciuto ovunque. Dico la verità: non seguo il calcio, ma sono uno sportivo avendo praticato la pallamano. Per cui sono convinto delle potenzialità e delle soddisfazioni che le sinergie sportive e imprenditoriali possono generare. Nel mondo del calcio collaboriamo già col Brescia Femminile, che di recente ha fatto parlare di sé anche in Champions League. Alla SPAL c’è l’intenzione di mettere a disposizione la nostra professionalità per ottimizzare la parte informatica dell’attività societaria, partendo da una buona base solida. La vicinanza di Puntocom alla SPAL ovviamente può fare da volano per farsi conoscere dalle altre aziende del territorio che potrebbero essere interessate ai nostri servizi”. Nello specifico Puntocom si occupa di hardware, software e sviluppo web per le aziende e ha già fornito alla SPAL dei vistosi monitor led installati nelle sale stampa.

L’occasione ovviamente è stata utile anche per parlare di tutto il resto col presidente Mattioli. Dai progetti per i campi in erba sintetica in via Copparo (“Stiamo studiando le soluzioni”), al prato del Mazza (“Per ora rimarrà così per mancanza di tempo”), fino alla trasferta di Pisa che si annuncia storica: “Sono stato anche stamattina in via Pomposa alla rivendita dei biglietti e mi hanno detto che anche gli altri 500 sono in via di esaurimento. In pratica andiamo a Pisa con quasi 1700 tifosi e basta dire questo per rendersi conto di quanto sia un evento straordinario. Io, patron Simone e la moglie Elisa assisteremo alla partita nel settore ospiti per goderci lo spettacolo assieme ai nostri tifosi. Penso che i ragazzi faranno presto a capire l’importanza della partita. Per noi la priorità è tornare a casa imbattuti per gestire il vantaggio nelle partite finali”. Il presidente poi conferma l’indiscrezione che circola ormai da giorni, ossia il possibile spostamento dei possessori di biglietti di gradinata in settore ospiti: “E’ una cosa che la questura sta valutando e probabilmente nelle prossime ore ci saranno indicazioni più precise. A tale proposito vorrei ringraziare la questura e il dottor Scroccarello per gli sforzi che stanno facendo in termini di organizzazione”.
Mattioli si concede un pensiero anche sul deferimento del Pisa per il caso-fideiussione: “Mi dispiace che il deferimento sia arrivato in una settimana così, perché non ha fatto altro che aumentare rabbia e tensione. A noi non deve interessare perché il campionato vogliamo vincerlo sul campo. Ieri ero in Lega per l’elezione dei vicepresidenti e si è accennato anche a questa cosa, ma ho detto a tutti che non mi interessa. Voglio solo pensare a quello che succederà sul campo”.

Clandestino Pub Ferrara
Derby Sport Ferrara
0