Ormai manca solo l’aritmetica: SPAL vittoriosa ad Ancona, ha un piede e mezzo in serie B

primo piano cellini, schiavon, castagnetti, de vitis

Diciamo che quello di Ancona è stato un assaggio. Per otto minuti la SPAL è stata in serie B grazie alla vittoria sull’Ancona e al contemporaneo successo del Pontedera a Pisa. Poi il pareggio dei nerazzurri ha riportato a nove i punti tra la capolista e la seconda, rinviando la festa a sabato. Contro l’Arezzo la SPAL avrà la possibilità di festeggiare la promozione in serie B.

Al “Del Conero” sono Zigoni e Schiavon a decidere l’incontro con i loro gol nel primo tempo. All’Ancona non basta il gol di Radi in chiusura. Contini, incerto nell’occasione del gol dorico, si riscatta nella ripresa neutralizzando un penalty di Cognigni.
Lo scambio di cortesie fra tifoserie e il clima amichevole influenza il primo quarto d’ora fra i ventidue in campo. Al 15’ Cottafava apre a sinistra per il defilato Castagnetti che lascia partire una volée verso il centro dell’area sulla quale interviene Zigoni, ma la sua girata lambisce il palo. Un giro di lancette dopo e la SPAL passa in vantaggio. Triangolo tra De Vitis e Cellini che si chiude con la complicità di un rimpallo. La sfera sbatte sul ginocchio di De Vitis e arriva a Zigoni che da due passi infila Lori. Decimo centro stagionale per il Cobra. Ancona disorientato, al 25’ ne approfitta Schiavon. Vince un rimpallo sulla trequarti e si invola sulla sinistra, giunto a tu per tu con Lori lo fredda con un preciso rasoterra. Primo centro in biancazzurro per l’ex Avellino dal rientro a Ferrara. Segnali di risveglio dorici con Paoli, ma il mediano non inquadra lo specchio. Poi Casiraghi telefona a Contini, il portiere risponde: “Pronto”. Poco prima dell’intervallo l’Ancona accorcia le distanze. Punizione di Cazzola sulla destra, esce a vuoto Contini, Radi appostato sul secondo palo incorna alle spalle del portiere.

Giusto il tempo di riprendere confidenza con il terreno di gioco al rientro dagli spogliatoi e De Vitis trova l’imbucata per Cellini. Il bomber perde l’attimo, poi viene murato da Konaté. La SPAL è ispirata da un De Vitis in giornata e proprio il centrocampista poco dopo va vicino alla terza rete. Passaggio che spalanca un’autostrada a sinistra per la corsa a perdifiato di Mora, che si libera del difensore, e serve a rimorchio dove arriva lo stesso De Vitis, ma il piattone viene respinto da una selva di gambe. Prova a ribadire in rete Zigoni, ma la palla esce a lato. La risposta dei dorici è in un cross al veleno dalla sinistra, non si intendono Cottafava e Contini con la palla che sfila pericolosamente in corner. Succede poco, ritmi bassi. Poi la partita si riaccende attorno alla mezz’ora. Cottafava libera l’area con un intervento rischioso, si ribalta il fronte e Lazzari manda al centro una rasoiata che Zigoni deve solo spingere in rete, ma incespica sulla sfera. Si torna dall’altra parte e Cazzola a destra trova il taglio di Bussi, cross al centro dove Ceccaroni affonda Cognigni. Per Di Ruberto è rigore. Contini si riscatta, si tuffa alla sua sinistra e respinge il tentativo dell’attaccante dorico. Un  giro di lancette e in Curva Sud, il settore destinato ai tifosi spallini esplode la gioia per la rete del Pontedera in casa del Pisa. L’assaggio di serie B dura sette minuti, poi Tabanelli rimanda la festa. Cazzola prova dalla distanza, ma non trova lo specchio. E’ l’ultima emozione: la SPAL può festeggiare. E’ una festa provvisoria e tutto sommato breve, ma ha già il sapore della cadetteria.

 

ANCONA-S.P.A.L. 1-2 (1-2)

 

ANCONA (5-3-2): Lori; Cazzola,  Mallus, Radi, Konaté, Pedrelli; Paoli, Hamlili, Casiraghi (dal 39’s.t. Velocci); Libertazzi (dall’8.s.t. Cognigni), Bussi (dal 31’s.t. Lombardi). A disp.: Polizzi,  Di Sabatino,  Gelonese,  Adamo,  Bambozzi, Di Dio, Sassano, Frediani, Parodi. All.: G. Cornacchini.

S.P.A.L. (3-5-2): Contini; Gasparetto, Cottafava, Ceccaroni; Lazzari, De Vitis (dal 25’s.t. Spighi), Castagnetti, Schiavon (dal 39’s.t. Giani), Mora; Cellini (dal 32’s.t. Finotto),  Zigoni. A disp.: Branduani, Beghetto, Bellemo, Di Quinzio, Ferri, Gentile, Grassi, Silvestri. All.: L. Semplici.

ARBITRO: sig. Di Ruberto della sez. di Nocera Inferiore (assistenti: Sechi di Sassari e Loni di Cagliari).
MARCATORI:18’p.t. Zigoni (S), 25’p.t. Schiavon (S), 43’p.t. Radi (A).
AMMONITI: Lazzari (S), Konaté (A), De Vitis (S), Ceccaroni (S)
NOTE: al 30’s.t. Contini (S) para un rigore a Cognigni (A). Pomeriggio nuvoloso, temperatura 22 gradi. Prima del fischio di inizio i tifosi anconetani salutano sul terreno di gioco una delegazione del tifo ferrarese. Tifoserie gemellate. Spett.: 3700 (circa 1200 i tifosi spallini), angoli: 1-1. Rec.: 0’p.t., 4’s.t.

Clandestino Pub Ferrara
Derby Sport Ferrara
0