Dopo Vagnati, anche Semplici mette l’autografo sul contratto: accordo fino a giugno 2017

Lo slogan del negozio “Neno”, in via Cortevecchia a Ferrara, è: solo grandi firme. Per cui non sorprende che proprio lì dentro Leonardo Semplici abbia messo l’autografo su un contratto che lo legherà alla SPAL per un altro anno – fino al giugno 2017 – con opzione per un’ulteriore stagione.

Quella tenuta nel negozio di Andrea Andreasi, da sempre tifoso biancazzurro, è stata una cerimonia tutto sommato molto sobria e contenuta, in cui i protagonisti si sono limitati a esprimere soddisfazione tenendo come di consueto un profilo abbastanza basso. Così Walter Mattioli in fase di introduzione: “Ieri il direttore, oggi il mister per continuare la nostra avventura. A cascata arriveranno tanti altri. Vogliamo mantenere questo gruppo perché ha fatto benissimo. Continuiamo con i festeggiamenti, ma siamo già proiettati al prossimo anno: stiamo già discutendo di cosa fare e come fare questo campionato che è difficilissimo. Non vogliamo deludere nessuno, vogliamo mantenere la categoria. Nei prossimi giorni viaggeremo e parleremo per pianificare al meglio la stagione 2016-2017. Se ci vedete così felici è perché non solo siamo consapevoli di aver trovato professionisti capaci, ma anche ottime persone”

La parola è quindi passata a mister Semplici: “Sono felicissimo di rimanere a Ferrara perché in questo anno e mezzo abbiamo fatto cose impensabili. Continuare con questa squadra e questa società era una cosa importante per me perché ho trovato la disponibilità da parte loro per sviluppare le mie idee e siamo arrivati a un obiettivo straordinario. Per cui credo ci siano tutti i presupposti per continuare a fare bene, quanto bene lo dirà il campo, però credo che da parte di tutti ci sia l’intento di fare qualcosa di importante e da parte mia c’è la massima soddisfazione per questo accordo e per la continuazione della mia carriera qui a Ferrara”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0