Ceccaroni va in ritiro con lo Spezia, ma rimane uno spiraglio. Confermato il ritorno di Zigoni

Norcia o Tarvisio? Al di là delle preferenze personali, pare che Pietro Ceccaroni sia destinato a scegliere la prima opzione, non fosse altro perché è stato ufficialmente convocato dallo Spezia per il ritiro precampionato in programma nella località umbra. Ironia della sorte, i liguri partiranno in direzione di Norcia nello stesso giorno in cui mister Semplici salirà sull’autobus con tutta la truppa verso le montagne del Friuli. Ma, a meno di repentini sviluppi che non sembrano all’orizzonte, il difensore classe 1995 nella valigia metterà gli indumenti griffati in bianco e nero.

D’altra parte il ds spallino Vagnati lo aveva sottolineato nelle ultime settimane: dopo un’iniziale ottimismo, la trattativa per riportare Ceccaroni alla SPAL (sempre in prestito) si è complicata. Fino al punto di arenarsi. Ma non irreversibilmente. Almeno così sembra: lo Spezia infatti partirà per il ritiro con 28 giocatori e dieci di loro sono “under” il cui destino non è ancora del tutto definito. Molto dipenderà dalle valutazioni di mister Di Carlo, ma soprattutto dalle cessioni che il ds ligure Fusco sta cercando di perfezionare, tra cui quelle di Calaiò e Juande. Il discorso insomma potrebbe rimanere aperto. Ma per quanto? Partire per il ritiro senza uno dei giocatori chiave della scorsa stagione sicuramente non contribuirà a migliorare l’umore di Semplici ed è possibile che la SPAL decida di percorrere con decisione una delle strade alternative già battute nelle ultime settimane.

In compenso sembra cosa fatta il ritorno di Gianmarco Zigoni. L’attaccante – legato al Milan da un contratto che scadrà nel 2018 – arriverà per la terza volta in prestito e andrà ad affiancare Antenucci e Finotto nel reparto d’attacco dei biancazzurri, in attesa di un altro innesto in avanti. Sarà a Ferrara giovedì in occasione del raduno e partirà con i compagni per il ritiro di Tarvisio. Fino ad ora, dal gennaio 2015, ha collezionato 62 presenze totali e 26 gol in partite ufficiali.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0