Tanti cambi di maglia anche tra gli ex spallini: da Succi nella premier indiana a Togni in D

Castagnetti vs Togni

Dopo i primi 38 giorni di calciomercato molte squadre hanno cambiato volto e di conseguenza tanti giocatori (e allenatori) hanno cambiato i colori delle loro casacche. Tra di loro anche numerosi elementi con trascorsi spallini.

Partiamo dalla nidiata più recente di ex: la promozione in serie B della SPAL ha comportato diversi addii, tra cui quelli di Marco Cellini (passato al Livorno) e di Davide Di Quinzio (ingaggiato dal Como). Entrambi sono già andati a segno nel primo turno di Tim Cup contro Juve Stabia e Montecatini. Federico Gentile ha accettato l’offerta del Siena dopo un breve periodo da svincolato, mentre Alessandro De Vitis sarà avversario dei biancazzurri con la maglia del Latina (prestito dalla Sampdoria). Discorso simile per Pietro Ceccaroni: il suo ritorno a Ferrara sembrava cosa fatta, invece lo Spezia ha deciso di tenerlo con sé. Lo rivedremo al “Mazza” da avversario.
Ancora da determinare la sorte di Nikita Contini: il portiere ha svolto l’intera preparazione estiva col Napoli, ma è corteggiato da diverse squadre di Lega Pro, Carrarese su tutte. Jacopo Ferri invece è approdato al Messina via Roma ed ha già incrociato alcuni dei suoi ex compagni nel secondo turno di Tim Cup. Destinazione comune per Alessandro Bellemo e Lorenzo Capezzani: la SPAL li ha girati in prestito al Fano, formazione ripescata nel girone B di Lega Pro che può contare anche su Umberto Cazzola, l’anno scorso ad Ancona.

Proprio da Fano riparte il percorso di Pietro Menegatti dopo l’infruttuosa parentesi di Cesena. Il portiere è solo uno dei 54 ex spallini in movimento durante questa estate. Diciannove di loro sono rimasti nella categoria in cui hanno chiuso la stagione 2015/2016, sedici invece sono scesi a un piano inferiore. Ci sono anche tre trasferimenti all’estero: Pierluigi Gollini è passato dall’Hellas Verona all’Aston Villa (Championship inglese); Francesco Quintavalla dopo Santarcangelo ha scelto il campionato sammarinese e giocherà con la Folgore/Falciano; Davide Succi invece si è spinto fino in India firmando un contratto con il Chennaiyin FC, squadra campione in carica nella Indian Super League.

Tra i diversi ex spallini in serie B, segnaliamo Matteo Legittimo che dopo Lecce ha trovato nuova sistemazione al Trapani. Alla corte di Cosmi c’è anche Caio De Cenco, grande protagonista del precampionato e autore di una doppietta contro il Seregno nel secondo turno di Tim Cup. Un’altra accoppiata di ex si trova a Vicenza: al confermato Manfredini si è aggiunto anche Beduschi, in uscita da Lecce. Cambio anche per mister Roberto Breda, passato dalla Ternana alla Virtus Entella. Rimangono (almeno per il momento) invece fedeli alle loro squadre Cacia (Ascoli), Castiglia (Pro Vercelli), D’Angelo (Avellino) e Melara (Benevento).

In Lega Pro ritroviamo mister Oscar Brevi, che dopo la sfortunata parentesi di Rimini ricomincia da Padova, portando con sé anche il fedelissimo Germinale (era a Bassano). Non ci sarà invece Cunico, che ha annunciato il ritiro. L’inizio per i biancoscudati non è stato dei migliori, vista l’eliminazione al primo turno di Tim Cup per mano dei dilettanti del Seregno. Nava è stato preso in prestito dal Catania (è di proprietà dell’Atalanta): l’esterno nella scorsa stagione si è diviso tra Ascoli e Cittadella. Cambio di maglia anche per Capece. Dopo un’annata da titolare inamovibile ad Arezzo, il regista si è legato al Cosenza fino al 30 giugno 2018. Si è spostato a sud anche Albertini, approdato alla Virtus Francavilla dopo lo svincolo dal Rimini. Fofana (Lanciano) ha optato per la ripescata Lupa Roma, Zaffagnini e Coletta giocheranno poco distante da lì, nell’Unicusano Fondi. Arrigoni dal Santarcangelo è andato al Lumezzane.
Rimane consistente la colonia di ex a Pordenone con Berrettoni, Arma e Gerbaudo: il primo era già con i neroverdi, gli altri vengono dalle esperienze con Reggiana e Carrarese. Non ci saranno invece Filippini e Cosner, rimasti senza squadra. Presidio biancazzurro anche alla Pistoiese, con mister Remondina, Rovini (confermato) e Albertoni (via Genoa, era a Mantova). Il crac del Pavia ha liberato Ghiringhelli, finito nella nuova Reggiana di Mike Piazza: in granata c’è anche Panizzi, ma non è detto rimanga. Fioretti ha salutato la Maceratese, ma è rimasto nelle Marche per giocare con la neopromossa Sambenedettese. Anche Togni si è congedato dalla “Rata” e ha scelto di scendere di categoria per giocare nel Cuneo, in serie D.

Una scelta, quella del dilettantismo, abbracciata per la prima volta da diversi ex. E’ il caso di Cabeccia (dal Savona alla Sanremese), Calistri (dal Pontedera al GhiviBorgo), Careri (dal Pordenone al Delta Rovigo) e Veratti (dal Poggibonsi alla Fezzanese). Altri navigano tra serie D ed Eccellenza già da un po’. Hanno cambiato squadra Agodirin (prima al Catanzaro, ora in prova al Bisceglie), Vita (dalla Massese al Borgosesia), Meloni (dal Fondi al Campodarsego), Nodari (dal Fano al Real Rieti), Personè (dal Forlì di Gadda alla Virtus Castelfranco), Rosina (dall’Este al Mestre), Cenerini (dal Gualdo Casacastalda al Villabiagio), Vecchi (dal Lentigione al Grosseto).

Al vertice della piramide degli ex rimangono solo Max Allegri (Juventus), Sergio Pellissier (Chievo Verona) e Matteo Contini, rientrato all’Atalanta dopo la stagione al Bari. Delneri e Reja rimangono in attesa di proposte (a questo punto subentri in stagione), così come Matteo Paro, lasciato libero dal Crotone dopo la trionfale stagione della promozione in serie A. Il centrocampista ha declinato una proposta del Mantova e stando alle indiscrezioni più recenti potrebbe scegliere di smettere per entrare nello staff di mister Juric al Genoa.

Clandestino Pub Ferrara
Derby Sport Ferrara
0