Poco da recriminare in casa SPAL, anche se quelle due occasioni… ora testa alla salvezza in B

Il post-partita di Cagliari-SPAL non può che essere amaro in casa biancazzurra. Anche se di fronte ad un avversario evidentemente superiore sotto ogni punto di vista, prendere cinque gol non fa mai piacere. Di seguito le disamine a caldo di mister Semplici e del ds Vagnati.

LEONARDO SEMPLICI
“Il risultato è sicuramente severo e possiamo avere qualche piccolo rimpianto perché sullo zero a zero abbiamo avuto le opportunità per passare in vantaggio. Poi col passare dei minuti abbiamo patito la qualità del Cagliari e appena abbiamo commesso un errore siamo stati castigati. Dispiace, per noi doveva essere una vetrina anche se sapevamo delle difficoltà che avremmo incontrato. Ma d’altra parte le disattenzioni contro squadre come queste si pagano. In vista del campionato dobbiamo crescere in termini personalità e grinta, davanti abbiamo quindici giorni per prepararci al meglio”.

DAVIDE VAGNATI
“Abbiamo cominciato bene la gara, i primi quindici minuti mi sono piaciuti. L’inizio è stato di buona intensità, abbiamo rischiato di andare in vantaggio con quell’azione conclusa col palo e siamo stati pericolosi in diverse altre occasioni. Non le abbiamo sfruttate, cosa che invece ha fatto il Cagliari: le avversarie importanti ti puniscono, è una lezione che dobbiamo imparare anche nella previsione del campionato di serie B che ci aspetta. Ripeto, il risultato del primo tempo non rispecchia fedelmente quanto visto sul campo, ma poi c’è da dire che la qualità del Cagliari è venuta fuori e non c’è stata più partita. Un risultato pesante, dobbiamo lavorare sul nostro obiettivo che è la salvezza”.

Clandestino Pub Ferrara
Derby Sport Ferrara
0