Ternana-Pisa si recupera mercoledì 7. Rinviata Ascoli-Cesena. Interrogativi per la partita del 10

Il calendario della Serie B non solo risente della demenziale situazione del Pisa, ma deve anche fare i conti con la drammatica situazione creata dal terremoto nel centro Italia. Nelle ultime 24 ore sono infatti diventati ufficiali la nuova data di Ternana-Pisa (1^ giornata, non giocata il 27 agosto), ossia mercoledì 7 settembre alle 20.30, e il rinvio di Ascoli-Cesena, partita valida per la 2^ giornata in programma domenica 4 settembre al “Del Duca”. Come riportato dai colleghi di Ascolilive.it, lo stadio non sembra aver riportato danni di alcun tipo, ma le autorità locali hanno preferito vederci chiaro, programmando ulteriori ispezioni: “La commissione non ha espresso alcuna valutazione negativa circa la statica della curva stessa – ha detto il sindaco di Ascoli Guido Castelli – ma ha ritenuto di dover disporre delle prove tecniche proprio per far sì che, anche in presenza dello sciame sismico, possa essere confermata la piena congruità del nostro impianto sportivo. Di fronte alle tremende circostanze che hanno scosso il nostro territorio, penso che la prudenza non sia mai troppa“. In questo contesto non è chiaro se Ascoli-SPAL, prevista il 10 settembre, verrà effettivamente disputata in tale data al “Del Duca”.

Un ulteriore cambiamento di calendario riguarda Cittadella-Ternana, che verrà anticipata alle 20.30 di sabato 3 settembre allo scopo di permettere alla squadra umbra di preparare al meglio il recupero di mercoledì. Resta da capire cosa ne sarà di Pisa-Novara di domenica: le trattative per la cessione della società sono ancora in altissimo mare e il presidente federale Carlo Tavecchio ha già messo le mani avanti dichiarando che non saranno ammessi altri rinvii.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0