Sbarca anche Roderick, attesa per vederlo all’opera: Il mio obiettivo è solo vincere

P_20160909_170609

Con l’arrivo di Terrence Roderick (atterrato venerdì mattina all’aeroporto Marconi di Bologna) il roster 2016/2017 della Pallacanestro Ferrara è finalmente al completo. La guarda a stelle e strisce ex Agropoli, ultimo colpo del mercato estivo della Bondi, si unisce al gruppo di Tony Trullo due settimane dopo i suoi compagni di squadra. Ma il ritardo non preoccupa il coach abruzzese, anzi: “Abbiamo completato il puzzle con un tassello fondamentale per il tipo di gioco che ci siamo prefissi di fare. T-Rod è una vera e propria combo-guard: può segnare nel pitturato in penetrazione, così come da dietro l’arco dei 6,75. Ma può guidare anche il contropiede una volta preso il rimbalzo. In una ventina di giorni dobbiamo cercare di inserirlo al meglio nel nostro scacchiere tattico, ma non credo ci saranno problemi. Pian piano stiano stiamo diventando una squadra, l’ultima uscita in amichevole mi ha permesso di trarre indicazioni positive”.

Il ruolo di portavoce della dirigenza per la presentazione dell’americano lo ha ricoperto il vice-presidente Cocchi, che ha espresso tutta la soddisfazione della società con un breve intervento: “La Pallacanestro Ferrara è davvero molto orgogliosa di essere riuscita a far vestire la propria casacca ad un giocatore come Terrence. Siamo contenti, anche perché abbiamo faticato parecchio a portarlo qui. Con il suo arrivo siamo al completo, ora iniziamo l’avventura”.

Poi la parola è passata direttamente a T-Rod che, nonostante sia in Italia da mezza giornata, ha dimostrato di avere già l’adrenalina a mille e di essere in clima campionato: “Sono contento di essere qui ed eccitato per iniziare questa nuova avventura. Un nuovo capitolo della mia carriera sta per prendere vita. Obiettivi? Voglio vincere. Nient’altro. Ringrazio i tifosi per l’entusiasmo che hanno manifestato dopo aver saputo che avevo accettato la proposta della Bondi. Spero che in tanti vengano al Pala HiltonPharma a sostenerci”.

Con uno così sul parquet i presupposti per divertirsi quest’anno ci sono tutti: Roderick ha chiuso l’ultima stagione con quasi 20 punti e 5 assist di media. I numeri parlano per lui: “Penso che quella passata sia stata una delle mie migliori stagioni, – ha detto il nativo di Philadelphia – sono entrato subito in sintonia con i miei compagni di squadra, sia dentro sia fuori dal campo. Comunque, penso di essere molto migliorato rispetto ai miei primi anni in Europa: conosco meglio il gioco e lo interpreto in modo più cosciente, prendendo meno rischi. Siamo andati molto bene in regular season, male invece nei playoff. Spero che a Ferrara la musica cambi”.

E la condizione fisica? “Sto molto bene e prima dal centro medico sportivo di Via Bologna mi hanno dato l’ok per giocare. E lo farei anche sabato sera se il coach mi desse il via libera e non mi facesse fare solo lavoro atletico (ride; ndr)”.

Clandestino Pub Ferrara
Derby Sport Ferrara
0