Aria da big match, Semplici chiama (tutto) il pubblico e chiude i discorsi su Spighi e Drago

semplici panchina a pisa

Non sappiamo se mister Semplici sia al corrente dell’invidiabile record casalingo che la SPAL può vantare con il Carpi (12 vittorie, 5 pareggi, 0 sconfitte) oppure abbia letto i dati su una prevendita che galoppa, fatto sta che a due giorni dal confronto con i biancorossi il tecnico spallino ha evidenziato l’importanza di far pesare il fattore campo: “Per avere la meglio contro avversari del genere ci sarà bisogno non solo di una prestazione super da parte degli undici che andranno in campo, ma anche da parte del pubblico. Di tutto lo stadio, quindi non solo della curva. Anche dei tifosi della tribuna che ci seguono sempre con passione e magari incitano con meno continuità. Sabato servirà anche il loro apporto”.

D’altra parte Semplici colloca il Carpi in prima fila nella sua personale griglia della serie B: “Insieme a Verona, Frosinone e Cesena è una delle squadre costruite per tornare immediatamente in serie A. Due stagioni fa hanno vinto il campionato e l’anno scorso se non sbaglio sono retrocessi solo per un punto. Mi pare che di recente abbiano ritrovato una mentalità che nelle prime uscite era un po’ mancata. Fanno della solidità difensiva, dell’aggressività e delle ripartenze le loro armi migliori: appena intercettano un pallone sono bravissimi a ribaltare il fronte ed a colpire. Dovremo fare una partita accorta, con carattere, tenendo a mente che per provare a vincere qualcuno dovrà provare a sbilanciarsi”.

Se poi da un lato il mister ammette che il doppio impegno (sabato Carpi in casa, martedì Frosinone in trasferta) imporrà un minimo di turnover (“Queste gare sono dispendiose sotto il profilo mentale, qualche cambio ci sarà”), dall’altro scherza quando gli si propone qualche ipotesi di formazione: “In porta giocherà il portiere, in difesa i difensori e così via… Ora, a parte l’ironia, ci tengo a tenere tutti i giocatori sulla corda, quindi non scoprirò le carte. Considero tutti allo stesso modo e voglio che mi dimostrino durante la settimana di poter dare il loro contributo”.

Di certe quindi ci saranno solo le assenze, quelle di Schiavon e Antenucci per infortunio e quella di Mora per squalifica: “Antenucci è in miglioramento – ha fatto sapere Semplici – continua ad allenarsi a parte e con lui si ragiona giorno per giorno. Speriamo che l’ecografica di oggi (giovedì pomeriggio) dia un’indicazione sui tempi di recupero. Mora sta indubbiamente facendo bene nel suo nuovo ruolo, ma penso che la rosa ci possa permettere di sopperire alla sua assenza”. Previsto anche il reintegro di Spighi dopo le due settimane di punizione: “Tornerà a completa disposizione e sarà convocato. Sull’argomento non c’è altro da dire”. Caso chiuso insomma.

In chiusura, pungolato sull’argomento, il mister ha chiuso anche un altro (presunto) caso, legato alla mancata stretta di mano da parte di Drago al termine di Cesena-SPAL: “Drago mi ha telefonato quando ancora eravamo sul pullman di ritorno da Cesena, ci siamo chiariti e quindi non c’è alcun tipo di strascico. Tra di noi c’è grande rispetto e posso capire che in quel momento in lui prevalesse la delusione per come si era chiusa la partita”.

Clandestino Pub Ferrara
Derby Sport Ferrara
0