Il riscatto della Primavera non arriva a Latina, biancazzurri battuti 3-1. Rossi: Troppi errori

primavera formazione 2016

Dopo essere caduta per la prima volta in casa, scivola anche in trasferta la Primavera della SPAL, sconfitta 3-1 a Latina. Partita in cui la SPAL tiene il possesso palla, ma trova di fronte a sé avversari letali al momento di approfittare degli errori difensivi. Nessun allarme, però. Dopo un buon avvio di torneo, ci può stare qualche passo falso con la capolista (Hellas Verona) e un Latina che è un avversario di tutto rispetto. Primo successo stagionale in casa per il Latina di Ghirotto che continua a mettere in vetrina il tandem offensivo Di Nardo-Rodriguez, dieci reti in due nelle prime sei giornate.

Eppure gli estensi erano partiti bene con l’impegno messo in campo nella ripresa contro gli scaligeri. Alla prima disattenzione però i nerazzurri trovano il vantaggio con Di Nardo, al sesto centro in campionato. Palla che rimbalza al centro dell’area e la punta trova il mondo di deviarla con la punta del piede alle spalle di Seri, all’esordio in campionato. La SPAL costringe gli ospiti nella propria metà campo, ma non trova il guizzo per arrivare al pareggio. L’occasione buona capita sui piedi di Vago, ma l’attaccante spallino prova a superare l’estremo difensore ospite con un “cucchiaio”, Bortolameotti non si fa sorprendere e respinge. E’ il turno di Strefezza con una punizione insidiosa, ma il Latina regge. Al 37’ colpisce l’altro gioiello di casa, l’uruguaiano Rodriguez, abile ad arrivare su un rimpallo scaturito dall’intervento di Seri nel tentativo anticipare Tucci e Di Nardo. La SPAL medita la reazione nella ripresa, ma i buoni propositi sono stroncati dalla rete in avvio di ripresa di Tucci, probabilmente viziata da una posizione di fuorigioco dell’esterno pontino. Sale il nervosismo nella squadra ospite e c’è poca lucidità nelle giocate. Strefezza si fa vedere con una conclusione insidiosa da fuori, poi arriva al tiro anche il neoentrato Boccafoglia, ma il portiere blocca. La SPAL supera il muro del Latina solo in pieno recupero, quando Vago con un preciso diagonale finalizza una bella manovra corale.

“Non abbiamo giocato come sappiamo fare – commenta a fine partita mister Rossi. Il risultato è troppo negativo ed è bugiardo per quel che si è visto in campo, ma noi abbiamo commesso troppi errori. E’ mancata la qualità e il terzo gol in avvio di ripresa ha innervosito la squadra, anche perché c’era un fuorigioco netto. Al di là dell’episodio e del campo che non ci ha permesso di esprimerci con le qualità che abbiamo, non siamo stati troppo pericolosi in avanti, c’è mancata la precisione. Loro sono stati bravi a chiudersi ed a sfruttare le ripartenze”.

LINKS: I risultati della sesta giornata nel girone A e la classifica.

LATINA-SPAL 3-1
LATINA: Bortolameotti, Matino, Oberrauch, Criscuolo, Celli (dal 23’s.t. Barry), Santovito, Megelaitis, Colarieti, Di Nardo (dal 39’s.t. Giardino), Rodriguez, Tucci. A disp.: Paparo, Morelli, Maestri, Rizzi, Barberini, Barriale, Carucci, Muca, Romani, Mentana. All.: Ghirotto.
SPAL: Seri, Granziera (dall’8’s.t. Di Pardo), Equizi, Concas (dall’8’s.t. Cantelli), Ferrari, Picozzi, Strefezza, Eklu, Ubaldi, Artioli (dal 23’s.t. Boccafoglia), Vago. A disp.: Balboni, Alfano, Cigognini, Scarparo, Anostini, Foschini, Boreggio. All.: Rossi (squalificato, in panchina Crivellaro).
ARBITRO: sig. Capraro della sez. di Cassino (ass.: Yoshikawa, Notarangelo)
RETI: 7’p.t. Di Nardo (L), 37’p.t. Rodriguez (L), 1’p.t. Tucci (L), 47’s.t. Vago (S)
AMMONITI: Matino (L), Oberrauch (L), Equizi (S), Concas (S), Eklu (S), Di Pardo (S)

Clandestino Pub Ferrara
Derby Sport Ferrara
0