Krifi Caffè inarrestabile, anche la Softer Forlì alza bandiera bianca. Quarta vittoria di fila

Alla Krifi 4 Torri è bastato un solo risultato negativo per cambiare registro. Dopo la sconfitta nella seconda giornata contro Conselice, i granata hanno dato il via alla loro marcia inarrestabile, coronata questa settimana dalla vittoria netta contro la Softer volley Forlì per 3-0. Il trionfo contro i romagnoli ha contribuito a consolidare il primo posto dei ragazzi di coach Martinelli, che festeggiano il quarto risultato consecutivo in campionato.

La rotazione titolare è ormai nota: capitan Bernard con Masiero al centro, Bortolato e Fontana in banda, Govoni al palleggio e Drago opposto, con Di Renzo agli estremi della difesa. Partenza timida per i granata, che sul principio di set appaiono leggermente nervosi in campo. Forlì ne approfitta subito, portandosi avanti di ben sei lunghezze. L’errore in battuta di Zauli decreta il cambio palla e Bortolato mette giù il primo pallone della rimonta, trascinando tutti i compagni. La difesa ferrarese appare ben schierata, Di Renzo vola su un pallone quasi imprendibile ed i granata si rifanno sotto (15-16 al secondo time out tecnico). Martinelli opta ancora una volta per il doppio cambio: dentro Atef e Zambelli, fuori Govoni e Drago. Tutto sembra filare liscio, ma sul 22-18 Alberto Bortolato resta a terra dopo uno scontro a muro. Dopo gli interventi di primo soccorso, Bortolato esce dal campo; al suo posto viene inserito Federico Ballerio. Il punto decisivo è regalato dagli avversari: battuta out per Forli e primo set vinto per Ferrara (25-22).

Ripresa senza cambi per la Krifi, che torna in campo forte della vittoria del primo set e determinata a chiudere in fretta il match. Il primo tempo di Masiero e l’ace di Drago riaprono le danze, Govoni rilancia con un bel muro a uno e Forlì sembra in difficoltà. Dopo un tentativo di rimonta, gli avversari rimangono di nuovo sotto grazie a capitan Bernard ed ai suoi due primi tempi consecutivi (14-8). Quando anche il secondo set sembra chiuso, ecco che la Softer volley riprende in mano le redini della partita e si riavvicina pericolosamente. Ancora una volta, sono Bernard e Drago a segnare i punti fondamentali, così la Krifi porta a casa anche il secondo set (25-21).

Terzo set leggermente più equilibrato, con i romagnoli che tentano il tutto per tutto per rimanere in partita. La Krifi rimane sempre avanti, cercando di contenere gli avversari ed il punteggio per non rovinare il lavoro dei set precedenti. Buona prestazione per Ballerio che regge molto bene il confronto con Bortolato. Serata superlativa invece per Matteo Bernard, che non si risparmia in nessuno dei fondamentali e regala alla 4 Torri il punto della vittoria dal centro. La tribuna esulta e – come da rituale – è tempo del selfie vittoria: non resta che sorridere per questo principio di campionato esaltante.

Tabellino: Drago 19, Bortolato 4, Fontana 9, Govoni 1, Masiero 9, Ballerio 6, Bernard 8, Atef 4, Zambelli, Di Renzo (L).

Post partita
Commento più che positivo per coach Martinelli: “Una delle forze di questa squadra è il fatto di essere ben coperta in tutti i ruoli. Abbiamo fior di giocatori pronti a spendersi per la causa, ma purtroppo in campo ne posso entrare solo sei. Questa sera Alberto (Bortolato) è stato ben sostituito da Ballerio, pungente in battuta e buono in difesa. Questa sera siamo stati bravi nel primo set, perché siamo andati sotto di alcuni punti, ma abbiamo saputo recuperare senza innervosirci, per poi contrastare gli avversari a muro sistemando anche gli altri fondamentali”. Il tecnico prosegue con due battute sull’infortunio di Bortolato: “Sul finale di set è finito sui piedi dell’avversario e la caviglia ha subito una distorsione. Dovremo valutare l’entità del danno per capire quanto tempo dovrà restare a riposo, ora è presto.” L’ultimo commento è riservato alla prossima avversaria – il Blu Volley di Verona – attualmente al sesto posto con 9 punti. “Ogni partita è una storia a sé, non possiamo fare calcoli perché le sorprese sono dietro l’angolo. L’unico errore che potremmo fare, sarebbe giocare con sufficienza. Dobbiamo viaggiare sempre al massimo”.

Clandestino Pub Ferrara
Derby Sport Ferrara
0