Mattioli: Ora portiamo i tifosi a Vicenza. Colombarini: Serie A? Pensiamoci a tempo debito

La vittoria della SPAL sul Benevento regala ai biancazzurri il secondo posto e davvero tanta consapevolezza in più. Dello stesso parere sono il presidente Mattioli e patron Simone Colombarini. Abbiamo raccolto le loro impressioni nel post gara in sala stampa.

WALTER MATTIOLI
“Non posso essere che essere contentissimo per il risultato. Quella con il Benevento era una partita che temevo, perché la gara dopo la sosta è sempre particolare, in più i nostri avversari di oggi sono davvero forti. Per noi era importantissimo ripartire con il piede giusto e la vittoria di oggi ci fa capire di che pasta siamo fatti: penso che la SPAL oggi abbia giocato una bellissima partita. Sono soddisfatto per come si esprime la squadra, il mister oggi ci ha stupito inserendo dei ragazzi che hanno giocato una grande gara. Questa vittoria è la dimostrazione che alla SPAL c’è un gruppo e che il mister sceglie in maniera imparziale in funzione di chi sta meglio. Floccari? Meglio di così non poteva presentarsi. Ho visto al finale tutti i nostri tifosi contentissimi: per me questa è la cosa più importante. Ora vediamo di sbloccare la situazione per fare in modo che i nostri tifosi siano presenti anche a Vicenza, lunedì avremo l’incontro con l’ingegner Longhi”.

SIMONE COLOMBARINI
“Dopo una pausa così lunga c’è sempre un po’ di attesa e un po’ di timore di aver perso l’onda buona. Invece anche oggi abbiamo fatto vedere una buonissima prestazione riuscendo ad arginare una squadra forte come il Benevento. In realtà la SPAL ha avuto diverse occasioni per raddoppiare anche prima della rete di Floccari, ma oggi va benissimo così. Le sorprese nella formazione titolare? Sapevo che i ragazzi si stavano allenando alla grande ed è giusto che il mister, se li ha visti bene, li abbia messi in campo: chiunque abbia giocato oggi ha ripagato della fiducia data. La Serie A? E’ un altro campionato rispetto a quello di serie B, ma sono problemi che se dovessero presentarsi li valuteremo al momento opportuno. Al momento posso sbilanciarmi dicendo che la salvezza è praticamente acquisita (ride)”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0