Trasferta di Vicenza, la SPAL gioca le sue carte con una lettera, si attende una risposta a ore

Nel pomeriggio di lunedì Walter Mattioli ha voluto fare personalmente il punto sulla situazione sull’asse Ferrara-Vicenza in vista di sabato. Da venerdì infatti la vendita dei biglietti per i tifosi ospiti residenti in Emilia-Romagna è temporaneamente congelata e allo stato attuale non ci sono state evoluzioni significative, né in un senso né in un altro.

Il presidente della SPAL prima ha chiarito di essere ancora in attesa di sviluppi (“Stiamo lavorando, i contatti sono continui”) e poi ha spiegato quali sono stati i passi intrapresi dalla società per favorire una soluzione positiva: “Ho parlato col Vicenza e da parte loro c’è disponibilità ad accogliere i nostri tifosi. Le perplessità vengono dalle autorità, in particolare l’Osservatorio. Per sbloccare la situazione, dopo aver parlato con i rappresentanti della nostra tifoseria, ho inviato una lettera a nome della SPAL in cui si assicura un’assunzione di responsabilità in vista di questa trasferta. Le autorità hanno preteso un impegno per far sì che non accada niente. Qui mi rivolgo ai tifosi: dovranno avere un atteggiamento tranquillo e non rispondere alle eventuali provocazioni. Se andranno in trasferta sarà solo per sostenere la SPAL, perché mi assumo io la responsabilità della loro presenza a Vicenza. Sto facendo di tutto per arrivare a una risposta positiva, ma tutto deve andare per il verso giusto altrimenti rischiamo direttamente come società. Se partirà un deferimento o qualcosa del genere, in futuro sarà molto difficile organizzare altre trasferte con certi numeri. La dirigenza, come forma di impegno concreto, è disponibile anche a pagare una trentina di steward che viaggeranno con i tifosi allo scopo di mantenere l’ordine. Ovviamente il punto critico è il viaggio in treno, perché per arrivare a Vicenza c’è un cambio a Padova. E lì c’è sempre il rischio che succeda qualcosa con i tifosi del Padova. Le autorità avrebbero preferito venti pullman. Ma abbiamo assicurato che gli steward staranno con i tifosi dalla partenza fino all’ingresso dello stadio. Tutto questo pur di fare in modo di averli con noi. Al momento non c’è ancora una risposta da parte dell’Osservatorio, ma la attendiamo a ore, anche perché visto l’afflusso importante previsto anche il Vicenza ha fretta di aprire la vendita dei biglietti”.

Mattioli ha anche smentito categoricamente un’indiscrezione circolata in mattinata, ossia dell’autorizzazione della trasferta a fronte di un impegno da parte della tifoseria a spostarsi con pullman e automobili.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0