Per la fascia destra piace Pecorini dell’Ascoli: può arrivare lui al posto di Ghiglione

Possibile cambiamento in vista per quanto riguarda il binario di destra della SPAL: per il ruolo di vice Lazzari ci potrebbe essere un avvicendamento tra il poco utilizzato Paolo Ghiglione e l’attuale giocatore dell’Ascoli Simone Pecorini. Una trattativa che potrebbe decollare a momenti visto il reciproco apprezzamento tra le parti. Tempi stretti però, per sistemare un’uscita e un’entrata a ridosso dell’ultimo giro di questo pimpante mese di mercato biancazzurro. Ghiglione, utilizzato solo in due occasioni nelle vesti del titolare, contro Novara e Latina, non ha assolutamente sfigurato. Probabilmente la SPAL, con l’intento di avere qualche certezza in più, sta però cercando un giocatore prospetto con già una buona base di esperienza nella cadetteria.

Pecorini, classe 1993, è un esterno destro naturale cresciuto nei settori giovanili di Inter e Sassuolo. Sulla sua crescita è stata importante la figura di Andrea Stramaccioni. Dopo una brevissima parentesi all’Empoli, è passato nel 2013 al Cittadella dove ha trovato il campo con continuità. Nel 2015 il trasferimento all’Ascoli con sole cinque presenze registrate in campionato e una in Coppa Italia. Poco spazio anche nella prima parte di questa stagione, visto che è stato impegnato in sole quattro circostanze (tre da titolare) a cui vanno aggiunti i 120 minuti di Coppa Italia contro il Lecce. L’agente del difensore, Vittorio Sabbatini, sta lavorando sulla situazione vista la forte volontà del calciatore di trovare una nuova esperienza, sempre in Serie B. Dialogo aperto, dunque, con il direttore Vagnati e con la SPAL. Vedremo se la trattativa decollerà definitivamente per questo giocatore il cui contratto è in scadenza al prossimo 30 giugno.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0