Allenatori a confronto: Semplici applaude la squadra, Aglietti altrettanto soddisfatto

Come ogni sabato proponiamo le impressioni a caldo di entrambi gli allenatori. Il secondo pari stagionale per 1-1 tra SPAL e Ascoli tutto sommato sembra lasciare soddisfatto sia Semplici sia Aglietti.

LEONARDO SEMPLICI
“Indipendentemente dal risultato ho visto una grande SPAL, una delle più belle da inizio anno. Abbiamo giocato sempre con la giusta mentalità e abbiamo creato tante occasioni da gol che purtroppo non abbiamo saputo concretizzare o per sfortuna o per merito dell’avversario. Abbiamo conquistato un buon punto, soprattutto sono contento della prestazione dei miei ragazzi, che giudico molto positiva. Per quanto riguarda le decisioni arbitrali circa il recupero o la mancata espulsione, ho deciso che non proferirò parola perché ci sono già gli addetti a giudicare gli arbitri in tribuna. L’Ascoli nei primi minuti ci ha un po’ inibiti, poi la squadra è uscita e ci siamo espressi bene. Se i nostri avversari ci studiano e cambiano modulo per affrontarci non può che farci piacere, perché vuol dire che qualcosa di buono lo stiamo facendo. Andiamo avanti con grande convinzione, certo, dispiace di non aver vinto, ma fa parte del gioco. Sono soddisfatto per l’esordio da titolare di Costa, un ragazzo giovane, con grandi potenzialità, ha bisogno di un altro po’ di tempo per migliorare l’intesa con la mezz’ala. Ho visto una crescita positiva anche nell’intesa della coppia d’attacco formata da Floccari e Antenucci. Se continueremo a giocare con questa intensità e questa personalità penso che potremo toglierci tante soddisfazioni”.

ALFREDO AGLIETTI
“Abbiamo sofferto, ma era impensabile non soffrire in una partita come questa. La SPAL veniva da una prestazione così così a Vicenza e aveva voglia di recuperare oggi davanti al suo pubblico. Per noi è un punto importantissimo, soprattutto perché usciamo dalla trasferta odierna e da quella di Cesena imbattuti. All’inizio siamo riusciti a pressare alto, a giocare come avevamo pensato di giocare in preparazione a questa gara. Poi ci siamo spaventati in un paio di occasioni e ci siamo abbassati. Alla fine non posso che essere soddisfatto dei miei ragazzi, penso che nessuno oggi possa dire che l’Ascoli non ci abbia messo il cuore. Bravissimo Lanni a tenerci in piedi in diverse occasioni e complimenti anche agli altri, abbiamo avuto anche l’opportunità di raddoppiare, ma siamo stati imprecisi. Purtroppo ci siamo fatti raggiungere, ma siamo felici di portare a casa questo punto pesante”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0