Anche il Perugia si inchina alla sentenza del Boia: Floccari gol e sacrificio per la squadra

Dopo il prezioso punto conquistato contro l’Hellas Verona lunedì sera, i biancazzurri danno continuità alla striscia positiva (allungata a otto risultati) spedendo il Perugia addirittura a -9. Come di consueto approfondiamo le prove dei singoli.

MERET 7,5 – Il portiere di proprietà dell’Udinese ha quella rara capacità di far sembrare banali parate che in realtà non lo sono, come quella al 5’ su Di Carmine. Gioca una gara attenta e soprattutto in avvio di secondo tempo disinnesca un paio di conclusioni pericolose.

BONIFAZI 7 – Nella settimana probabilmente più importante per la sua carriera calcistica (almeno fino ad ora) il difensore di proprietà del Toro risponde ancora presente giocando con l’ormai consueta personalità. Si spinge in qualche azione offensiva, senza fortuna. Esce tra gli applausi del Mazza e addirittura un coro personalizzato da parte della Ovest. (dal 42′ st GASPARETTO sv – Pochi minuti nei quali aiuta a resistere all’assalto del Grifo).

VICARI 6,5 – Si fa bucare da Di Carmine in avvio, ma Meret è attento a chiudere. Qualche disimpegno impreciso di troppo gli vale mezzo voto in meno in pagella ma la prestazione rimane più che positiva.

CREMONESI 6,5 – Ci mette la consueta pezza in più di un’occasione, soprattutto in avvio di gara. Per il resto gioca una gara attenta arginando a dovere gli scomodi clienti perugini.

LAZZARI 6,5 – Di Chiara non è avversario facile e il numero 29 biancazzurro fatica a garantire la solita spinta sulla fascia. Probabilmente anche per lui il grande dispendio di energie della gara di Verona si è fatto sentire.

ARINI 7 – Dopo la prestazione convincente di Verona, Semplici lo ripropone come mezz’ala sinistra a supporto di Costa. Lo ripaga con la consueta solidità sfiorando addirittura la rete in due occasioni nella prima frazione di gioco.

CASTAGNETTI 6 – Semplici lo manda in campo spostando Schiattarella e Arini come interni di centrocampo e l’ex Carrarese dopo i primi minuti di ambientamento cresce in qualità e quantità. Nel secondo tempo cala come tutta la squadra sbagliando diversi appoggi. (dal 29′ st SCHIAVON 6 – Aiuta i suoi come può nel quarto d’ora che Semplici gli concede).

SCHIATTARELLA 7 – Come al solito gioca sia da mezz’ala sia da regista aggiunto, dando spesso e volentieri il “La” alle puntate offensive biancazzurre. La ripresa è un mix tra cose buone ed errori grossolani non da lui. Segna il gol del raddoppio che chiude definitivamente la gara e regala il secondo posto ai suoi.

COSTA 6,5 – Continua a crescere l’intesa tra l’esterno biancazzurro e il resto della squadra, anche se la precisione nei cross non è delle migliori. Perde un po’ di smalto nella ripresa, più o meno come tutta la squadra, ma firma l’assist per il raddoppio di Schiattarella.

ANTENUCCI 6,5 – Autore della prima occasione biancazzurra al 32’, quando controlla elegantemente in area ma sbaglia di pochissimo mira spedendo la palla fuori di poco. Non è ancora al meglio della condizione anche se i palloni realmente giocabili serviti dai compagni non sono poi tantissimi. (dal 45′ st FINOTTO sv – Aiuta i compagni a portare a casa la vittoria).

FLOCCARI 8 – Il Boia colpisce ancora! In un momento in cui la squadra non sembrava particolarmente brillante l’ex Bologna accende la luce con un’autentica giocata da fuoriclasse. Sono quattro in sei partite. Ma c’è anche tanto lavoro sporco e sacrificio. La categoria gli sta stretta, è evidente.

All.: SEMPLICI 7 – La sua SPAL tira un po’ il fiato contro un Perugia arrembante, ma un colpo da maestro di Floccari risolve la gara. Bucchi battuto e un altro tabù andato in frantumi. Non c’è tempo però per godersi il risultato perché tra tre giorni si torna in campo a Salerno.

0