Botta e risposta al Bottagisio, U17 raggiunta nella ripresa. Cottafava: Pareggio giusto

La SPAL Under 17 dovrà avere pazienza ed aspettare almeno un’altra settimana prima di poter assaporare la prima vittoria del 2017: i biancazzurri tornano dalla trasferta di Verona con in tasca un 1-1 che rispecchia alla perfezione la prestazione a due facce messa in mostra di ragazzi di Cottafava. Primo tempo in grande spolvero e giocato quasi alla perfezione e ripresa troppo sterile e rinunciataria, in cui il Chievo Verona è riuscito a risalire la china anche grazie ad un gol fortunato arrivato sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

L’assenza di Pertica, infortunatosi nell’ultimo allenamento, obbliga i ferraresi ad un cambio di modulo forzato, passando dal 3-4-1-2 visto nelle ultime partite all’originario 4-4-2, modulo già ampiamente utilizzato dalla squadra che si specchia perfettamente con quello proposto dal Chievo. Schieramenti speculari ma interpreti non altrettanto simili, visto che fin dalle prime battute sono gli spallini a surclassare nettamente i clivensi. Il gioco sulle fasce scorre fluido, la difesa regge bene e Fogli si rende pericoloso con i suoi accentramenti diventando quasi un attacante aggiunto. Clement non ha fortuna in un paio d’occasioni in cui potrebbe sbloccare il risultato, ma l’appuntamento col gol è solo rinviato allo scadere della prima frazione, quando Parolin (ottima la sua prestazione) lascia partire un bel destro da fuori area che manda a riposo la SPAL meritatamente in vantaggio.

Nella ripresa il Chievo torna in campo con la giusta determinazione per cercare il pareggio e dopo una decina di minuti riesce nell’intento anche grazie alla buona sorte: il calcio d’angolo dei padroni di casa non è calciato alla perfezione, ma riesce lo stesso a finire nella bolgia dell’area piccola, dove tra un batti e ribatti spunta il piede del difensore Michelotti che s’improvvisa bomber scaraventando in rete la palla del pareggio. Dopo l’1-1 la gara si abbassa improvvisamente d’intensità e le due squadre sembrano accontentarsi del risultato. La SPAL, forse anche per la paura di farsi del male e vanificare quanto di buono fatto nel primo tempo, resta compassata nella sua metà campo, limitandosi a contenere le azioni di un Chievo che, seppur più vivo, non dà l’idea di poter creare grossi pericoli alla retroguardia avversaria. Non succede così più nulla e la partita termina con un punteggio che alla fine dei conti soddisfa entrambe le compagini.

A margine della gara mister Cottafava analizza la prestazione nell’insieme, vedendo il bicchiere mezzo pieno: “Direi che il risultato è giusto e rispecchia alla perfezione l’andamento di tutti gli ottanta minuti. Abbiamo pagato la grinta del Chievo appena tornati in campo e forse siamo calati di concentrazione dopo essere passati in vantaggio. Peccato perché i ragazzi si meritano la vittoria per quello che fanno durante la settimana in allenamento e per quello che mettono in campo ogni domenica, anche se ci confrontiamo con avversari più attrezzati tecnicamente di noi. Vedo ad ogni modo dei grandi progressi, stiamo imparando a soffrire e stiamo soprattutto aumentando la nostra qualità di gioco. Questo tipo di partite forse qualche mese fa le avremmo perse, mentre oggi siamo comunque riusciti a terminare imbattuti. Ho la certezza che continuando sulla nostra strada le vittorie arriveranno”. Appuntamento la settimana prossima in via Copparo, arriva il Vicenza.

LINK: I risultati della 20^ giornata nel girone B e la classifica.

Chievo Verona-SPAL 1-1 (pt 0-1)

CHIEVO VERONA: Zanchetta, Vanzetta, Costa, Bran, Michelotti (dal 37’ s.t. Righetti), Di Masi, Tuzzo (dal 39’ s.t. Barbetta), Metlika, Rovaglia, Palmieri (dal 1’s.t. Arabia), Milici. A disp. Anderloni, Zoppi, Tosi, Lacava. All. Fioretto.

SPAL: Campi, Spaltro, Righi, Cannistra, Aguiari, Sare, Fogli, Amore, Clement (dal 39’ s.t. Mastromattei), Parolin (dal 25’ s.t. De Angelis), Scognamiglio. A disp. Limat, Mantovani, Ferrari , Pellielo, Zanella, Tomasini. All. Cottafava.

ARBITRO: Sig. Panozzo di Castelfranco. Assistenti: Valerio-Pomini.
MARCATORI:  39′ p.t. Parolin (S); 12′ s.t. Costa (C)
AMMONITI: Fogli (S), Michelotti (C).

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0