Pratica Trapani archiviata, ora la Primavera pensa al Viareggio. Rossi: Obiettivo bella figura

Alla SPAL Primavera bastano due gol nei primi dieci minuti domare il Trapani e incassare tre punti importanti in chiave playoff. I siciliani hanno cercato il pareggio fino alla fine senza mai rendersi davvero pericolosi: l’evidente divario tecnico tra le due formazioni ha favorito i ragazzi di mister Rossi, anche nei momenti di maggior difficoltà.

Mister Rossi non cambia la disposizione dei suoi, schierandoli col 3-5-2, con Ferrari mediano e la coppia Ubaldi-Vago in attacco, mentre mister Longo opta per un 4-3-3. Dopo il fischio d’inizio bastano due minuti alla SPAL per sbloccare la partita: al 2’ minuto Vago accelera sulla fascia, supera la difesa avversaria e con un tiro potente e angolato batte Compagno. 1-0 e biancazzurri che prendono subito in mano il gioco. Il gol destabilizza i giocatori del Trapani e i padroni di casa ne approfittano: al 7’ minuto El Badaoui sbaglia il passaggio verso il suo portiere e serve Ubaldi che, indisturbato in area di rigore, scarta Compagno e realizza a porta vuota il gol del 2-0. Dopo il raddoppio i ragazzi di mister Longo provano ad uscire dalla propria metà campo alla ricerca di un varco, ma la SPAL concede poco o niente: solamente Musso, al 12’ minuto, riesce a trovare il tiro, ma Thiam reagisce bene e mantiene la sua porta inviolata. Al 28’ minuto i biancazzurri sfiorano il gol del 3-0: Vago manda in porta Artioli, che sfrutta un buco difensivo e si ritrova solo danti al portiere, ma Compagno lo ipnotizza, deviandogli la conclusione in angolo. La SPAL non ha problemi a tenere sotto controllo gli avversari e riesce a mantenere alta l’intensità offensiva senza scoprirsi troppo. Tuttavia la prima vera disattenzione difensiva costa cara ai ferraresi: al 44’ minuto, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Musso sfrutta la sponda di Muratore e con un colpo di testa accorcia le distanze. Il primo tempo finisce sul 2-1 e il match rimane aperto.

Nel secondo tempo il Trapani aumenta il pressing, sperando di creare problemi alla retroguardia spallina con la velocità dei terzini, che salgono spesso a supporto del tridente offensivo. Al 14’ minuto Martina, con un cross dalla fascia sinistra, pesca Muratore nell’area biancazzurra, ma la conclusione del numero dieci è troppo angolata per impensierire Thiam. Insistono gli ospiti: al 19’ minuto Opoku sfiora il pareggio con un tiro rasoterra che accarezza il palo esterno, finendo sul fondo. I ferraresi iniziano ad accusare la stanchezza e abbassano il baricentro, aspettando l’occasione per ripartire in contropiede. Il secondo tempo termina senza grosse occasioni, con l’all-in offensivo dei siciliani per agguantare il pareggio in extremis e la SPAL a difendere il risultato. Il match si chiude sul 2-1 per i ragazzi di Rossi, che tornano subito alla vittoria e guardano alla partita di lunedì con maggior serenità. “Abbiamo sprecato molto nel primo tempo, – ha detto il tecnico nel post-partita – dovevamo chiudere la partita: la nostra propensione offensiva non ci ha permesso di difendere alla perfezione ed è stato concesso qualcosa di troppo al Trapani, ma la vittoria è arrivata e quello era l’obiettivo” Sulla Viareggio Cup ormai imminente: “Ci teniamo a fare bella figura, ma non sarà facile. Con la gara di oggi faremo quattro partite da sabato a sabato e i ragazzi dovranno dosare bene le energie: il nostro obiettivo rimane il passaggio del turno”. Appuntamento lunedì al Paolo Mazza quindi, dove la SPAL esordirà nel girone 4 affrontando il LIAC New York.

LINK: I risultati della 21^ giornata nel girone A e la classifica.

SPAL-TRAPANI 2-1 (p.t. 2-1)

SPAL (3-5-2): Thiam; Equizi, Scarparo, Boccafoglia (dal 20’ s.t. Strefezza); Picozzi, Artioli, Ferrari, Cantelli, Spaltro (dal 6’ s.t. Granziera); Vago, Ubaldi (dal 32’ s.t. Parolin). A disp.: Seri, Cannistrà, Anostini, Righetti, Foschini, Amore, Boreggio, Balboni, Clement. All.: Rossi.

TAPANI (4-3-3): Compagno; Marino, El Badaoui (dal 46’ s.t. Licari), Cosentino, Martina; Dampha, d’Angelo, Muratore (dal 43’ s.t. Flueras); Melkamu, Opoku, Musso. A disp.: Alunni, De Santis, Mulé, Portovenero. All.: Longo.

ARBITRO: Sig. Cudini da Fermo; assistenti: Catucci da Pesaro e Vitaloni da Ancona.
RETI: 2’ p.t. Vago (S), 7’ p.t. Ubaldi (S), 44’ p.t. Musso (T).
NOTE: manto erboso sintetico in buone condizioni, giornata soleggiata. Angoli: 2-4. Recupero: 1’ p.t., 4’ s.t..

0