Scelte obbligate a centrocampo, tornano Arini e Schiavon. Nel Carpi fuori Jelenic e Di Gaudio

Le squalifiche riducono al minimo il margine di manovra di mister Semplici per la formazione che sabato scenderà in campo a Carpi. Pontisso è stato recuperato, ma con soli due allenamenti completi nelle gambe è improbabile che il tecnico lo rischi, a maggior ragione vista la fisicità dei biancorossi di Castori. Arini, Castagnetti e Schiavon formeranno la linea di centrocampo con Lazzari e Del Grosso sulle fasce. Difesa e attacco dovrebbero rimanere invariati. Col gruppo anche Eklu Shaka Mawuli, centrocampista ghanese classe 1998 della Primavera (16 presenze e 6 gol in campionato).

SPAL – convocati e probabile formazione
PORTIERI: Marchegiani, Meret, Poluzzi.
DIFENSORI: Bonifazi, Cremonesi, Gasparetto, Giani, Silvestri, Vicari.
CENTROCAMPISTI: Arini, Castagnetti, Del Grosso, Ghiglione, Lazzari, Shaka Mawuli, Pontisso, Schiavon.
ATTACCANTI: Antenucci, Costantini, Finotto, Floccari, Zigoni.

INDISPONIBILI: nessuno.
SQUALIFICATI: Costa (1), Mora (1), Schiattarella (1).
DIFFIDATI: Lazzari, Zigoni.

Probabile formazione (352): Meret; Bonifazi, Vicari, Cremonesi; Lazzari, Arini, Castagnetti, Schiavon, Del Grosso; Antenucci, Floccari.

QUI CARPI
La settimana dei biancorossi non è stata ideale visti i tanti acciacchi più o meno seri patiti da alcuni giocatori. Pasciuti e Concas rimangono fuori, con loro anche due elementi importanti come Di Gaudio e Jelenic. Recuperati invece Bianco, Mbakogu e Beretta, seppure non al meglio delle condizioni. Lasagna entrerà quasi certamente a partita in corso per scelta tecnica. “Partita contro la prima della classe – ha detto Castori in sede di presentazione – la SPAL sta facendo qualcosa di straordinario, è anche un derby, sarà sicuramente una bella giornata di sport”.

Probabile formazione (442): Belec; Struna, Romagnoli, Poli, Gagliolo; Letizia, Lollo, Mbaye, Fedato; Mbakogu, Beretta.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0