Semplici e Firenze, ennesima tirata di giacchetta. Il mister: Sono concentrato solo sul presente

Con la SPAL capolista in serie B è inevitabile che l’attenzione pubblica attorno a mister Semplici sia cresciuta a dismisura. Non passa giorno in cui il tecnico biancazzurro sia premiato, intervistato o citato da qualcuno e come accade in questi casi abbondano le tirate di giacchetta in merito al futuro. Il rinnovo di contratto con la SPAL ancora non è arrivato – anche se tutti in via Copparo, Semplici compreso, professano tranquillità – quindi lo spazio per le speculazioni rimane ampio.
Un altro capitolo di questa vicenda è stato scritto lunedì sera a Campi Bisenzio (FI) nel corso di un evento organizzato da Radio Blu.

Nella parte finale della breve intervista realizzata dai conduttori sul palco del teatro “Carlo Monni”, è stato chiesto a Semplici se il suo sogno è quello di allenare la Fiorentina: “Sono tifoso della Fiorentina, ho avuto il piacere di lavorarci passando per quello che è uno dei settori giovanili tra i più importanti in Italia. Però so per esperienza che per me conta il presente. Quindi sono concentratissimo su questo campionato in cui siamo primi con la SPAL. Dal mio presente dipenderà tanto del mio futuro. Non avendo fatto una grande carriera da calciatore, perché non avevo le qualità, sembra valere quel luogo comune per cui se non si è fatta la serie A è più difficile arrivare ad allenare a certi livelli. Invece l’esempio di Sarri, ma anche di altri, dice che anche senza certi trascorsi si può provare a fare un’esperienza diversa. Indipendentemente da questo, conta quello che faccio da qui in avanti e mi auguro un giorno io possa avere la possibilità di allenare una squadra più importante”.

Il video integrale realizzato da Fabrizio Perinati:

0