Altra notte magica, ma i ragazzi vogliono volare bassi. Lazzari: Ci aspettano altre battaglie

La vittoria riporta il buonumore in casa SPAL e le parole dei diretti interessati ne sono la prova. Lazzari e Antenucci non nascondono il loro entusiasmo, senza abbassare la concentrazione in vista della trasferta di Brescia. Questi i loro commenti, direttamente dall’alto della classifica.

MANUEL LAZZARI
“È importantissimo aver portato a casa un risultato positivo oggi. Calderoni è un giocatore veloce con un buon passo ed è stato difficile da gestire, ma alla fine la squadra ha trovato la vittoria e questo è quello che conta. Siamo stati bravi a soffrire per poi ripartire al momento giusto: abbiamo fatto la partita che volevamo fare e andiamo avanti con fiducia”. Arriva un commento anche su Avellino-SPAL, seguita in tv dall’esterno ferrarese: “È stato traumatico guardare la partita da casa, ma oggi ci siamo risollevati: col Frosinone e ad Avellino abbiamo perso per colpa degli episodi, mentre oggi, scendendo in campo con personalità, siamo stati premiati”. I pensieri sono già rivolti al prossimo incontro: “Domenica affronteremo il Brescia a caccia di punti salvezza e sono felice che tanti spallini ci seguiranno in trasferta: oggi i tifosi sono stati davvero l’uomo in più e ci hanno dato una mano anche nei momenti di difficoltà. Sono felice, siamo tornati primi in classifica e a Brescia ci aspetta un’altra battaglia”.

MIRKO ANTENUCCI
“Prima del rigore ero concentrato come sempre: ho cercato di tirarlo forte e angolato, dove Da Costa non poteva arrivare. Dal campo è sempre difficile decretare i rigori: il contatto c’è stato, non ho rivisto l’azione ma dal campo ho avuto l’impressione che il fallo ci fosse”. L’attaccante molisano oggi ha dato una mano anche nelle retrovie: “Il contenimento in fase difensiva lo fa la Juve con Higuain e Dybala, perché non dovremmo farlo noi?”. Poi arriva il commento sulle partite precedenti: “Due sconfitte lasciano l’amaro in bocca e oggi sapevamo che vincere era fondamentale. È normale che le altre rallentino, ma noi guardiamo in casa nostra: la strada è lunga ma stiamo lavorando bene, dimostrando di potercela giocare con tutti. Per raggiungere un obiettivo importante dobbiamo impegnarci tutti e scendere in campo sempre così aggressivi, specialmente davanti al nostro pubblico, visto il grande affetto che abbiamo con la città”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0