Un’estate con la SPAL, anche per i più piccoli: presentata l’edizione 2017 dei Camp

L’imminente festa promozione per la serie A ovviamente monopolizza l’attenzione della SPAL e dei suoi tifosi, ma ciò non toglie che molto si stia muovendo in chiave futura, anche sul fronte dei giovani. Come da tradizione consolidata in estate tornerà l’appuntamento con Spal Camp, con un programma ricco di eventi e attività a cui potranno partecipare i ragazzi dai 6 ai 16 anni. L’iniziativa (qui tutti i dettagli) è stata presentata dal presidente Mattioli, dal responsabile tecnico del vivaio Ruggero Ludergnani, dal team manager della Primavera SPAL Gianluca Ranzani, dal titolare dell’Holiday Village Florenz Gianfranco Vitali e da Marco Beccati, direttore del “Country Club” di Fossadalbero.

WALTER MATTIOLI
“Sapete quanto tengo a questa manifestazione. Abbiamo la possibilità di portare i nostri bambini in vacanza con noi e possiamo sicuramente conoscere altri ragazzi che si avvicinano alla società e alla famiglia SPAL. Anche quest’anno abbiamo diverse offerte e partiremo già dall’inizio di giugno. A me questa cosa poi piace da morire, perché ho l’occasione di vedere i miei bimbi anche in estate. Inoltre ci sono delle novità. Oltre a Fossadalbero e al Camping Florenz, quest’anno abbiamo delle affiliate. Soprattutto abbiamo la possibilità di portare i ragazzi anche a Tarvisio, dove va ritiro la prima squadra, in un periodo in cui possono essere vicini ai loro idoli e osservarli durante la loro preparazione”.

RUGGERO LUDERGNANI
“Come ogni anno abbiamo apportato qualche novità. Siamo partiti da un rapporto consolidato già negli anni e ringrazio per la presenza Gianfranco Vitali e Marco Beccati. Come già accennato dal presidente, quest’anno l’attività si svolgerà presso le sedi affiliate di Finale Emilia – dal 12 al 16 giugno – ed a Canaro, dal 19 al 23 di giugno. Per questo progetto ci siamo posti due obiettivi. Il primo è quello di far vivere ai bambini le strutture e la metodologia dell’ambiente SPAL. L’altro riguarda l’ampliamento del nostro bacino di conoscenze al di fuori di Ferrara. Abbiamo già ricevuto tantissime richieste. Questo significa che stiamo lavorando nel modo giusto e stiamo dando credibilità all’ambiente SPAL”.

GIANLUCA RANZANI
“Quest’anno partiremo subito col Country Club, fin dalla prima settimana dopo il termine delle scuole. Faremo cinque settimane consecutive e, per venire incontro alle famiglie, penseremo noi stessi a portare i ragazzi col pulmino in loco ed a riaccompagnarli in centro. Il raduno qui in sede sarà per le 7.30 e le attività termineranno intorno alle 17.30-18.00. Durante l’arco della giornata i partecipanti avranno la possibilità di seguire i nostri allenatori e affrontare quindi un tipo di allenamento un po’ più tecnico. Tutto questo in totale sicurezza, perché il Country offre un ambiente chiuso e strutture perfettamente attrezzate. Dal 25 di giugno ci trasferiremo poi al Florenz. Già, ad oggi, abbiamo tantissime adesioni per il Florenz, per cui pensiamo di andare molto meglio dell’anno scorso in termine di numeri. Come per il Country, andremo lì coi nostri mezzi. Nel pomeriggio, c’è l’eventualità che i ragazzi possano dedicarsi anche ad altre attività sportive, visto che la struttura si presta benissimo. Al Florenz daremo l’ulteriore possibilità di rimanere dopo cena e di pernottare nelle strutture. Per quanto riguarda Tarvisio, il periodo va dall’8 al 15 di luglio, periodo in cui tra l’altro si terrà anche il Camp della Fiorentina. I genitori possono accompagnare i ragazzi in loco o pagare un piccolo supplemento per un pullman organizzato e, qualora i ragazzi volessero restare, abbiamo già degli accordi abbastanza economici con degli alberghi locali. Queste ed altre informazioni comunque sono sul sito ufficiale. Gli ottimi risultati della prima squadra hanno dato notorietà anche alla nostra iniziativa e c’è molta gente che viene da fuori. Già siamo oltre le cinquanta prenotazioni, mentre negli altri anni qualcuno cominciava a interessarsi solamente dopo la presentazione ufficiale. Contiamo quindi di superare i 270 iscritti dell’anno scorso”.

GIANFRANCO VITALI
“Siamo lieti di collaborare con la SPAL e siamo soddisfatti del progetto presentato quest’anno. L’obiettivo del prossimo anno però è più ambizioso e spererei di fare più turni e mi piacerebbe collegare in qualche modo tutto questo all’attività turistica. La mia ambizione è di fatto quella di far partecipare anche dei bambini stranieri, accordandoci anche con società sportive di altri paesi. Ho sempre notato molto interesse da parte dei paesi arabi nei confronti del calcio italiano”.

MARCO BECCATI
“Ormai sono quattro anni che collaboriamo per questo progetto e la struttura è ormai molto sensibile alla famiglia SPAL, senza contare che dall’anno scorso il presidente Mattioli è anche nostro presidente onorario. Oggi della SPAL parlano tutti bene, perché quello che sta facendo è davanti agli occhi di tutti. Salire sul carro dei vincitori è sempre molto facile. Quando però noi abbiamo allacciato i nostri rapporti le cose erano sicuramente diverse e vi dico che la professionalità e l’entusiasmo di chi ha seguito ogni anni i ragazzi è sempre stata di altissimo livello”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0