Supermarket Serie A: dalle big decine di giocatori da piazzare entro il prossimo 31 agosto

Nell’epoca in cui i grandi club arrivano a controllare anche svariate decine di giocatori (fino al centinaio abbondante), per le squadre di taglia minore è inevitabile bussare alla porta dei colossi per avere la possibilità di ingaggiare in prestito chi in quel preciso momento è considerato di troppo o non ancora pronto per i palcoscenici prestigiosi. Giugno in particolare è il mese in cui scadono i prestiti e si iniziano a preparare i ritiri estivi, con relative distinzioni tra chi farà parte delle prime squadre e chi si dovrà trovare un’altra destinazione. Per far capire la portata del fenomeno, abbiamo voluto analizzare la situazione delle società che nella scorsa stagione si sono piazzate nei primi dieci posti del campionato.

1. JUVENTUS
Oltre allo svincolato De Ceglie (1986), che sarà libero di accasarsi dove meglio crede, c’è un esercito di giocatori che attende di essere ricollocato. Escludendo due nomi “pesanti” come Lichtsteiner e Lemina, la lista comprende tra gli altri Kean (att, 2000), Mandragora (cen, 1997), Marrone (cen, 1990), Kastanos (cen, 1998), Tello (cen, 1996), Vitale (cen, 1997), Pinsoglio (por, 1990), Pasquato (att, 1989), Garcia Tena (dif, 1995), Bouy (cen, 1993), Lirola (cen, 1997), Donis (att, 1996) e Beltrame (att, 1993). Prima di essere messi nuovamente sul mercato, a poter essere riscattati ci sono Ganz (att, 1993, Hellas Verona), Thiam (att, 1992, Empoli), Cerri (att, 1996, Pescara),  Romagna e Untersee (dif, 1997 e 1994, per cui il Brescia attende notizie), Cassata (cen, 1997, Ascoli) e Nicola Leali (por, 1993, Olympiacos).

2. ROMA
Dopo l’addio di Totti e l’arrivo di Di Francesco, si pensa di trovare una sistemazione ai vari Iturbe (mai troppo esaltante nemmeno nella sua parentesi a Torino), Skorupski, Gerson e Castan (il quale sembrerebbe già avere un accordo col Corinthians). Nel limbo dei prestiti anche Sadiq (att, 1997), Ricci (att, 1994), Capradossi (dif, 1996), Golubovic (dif, 1994), Verde (att, 1996, riscattabile dall’Avellino), Casasola (dif, 1992), Seck (dif, 1996), Vainquer (cen, 1988, vorrebbe rimanere al Marsiglia), Doumbia (att, 1987), Gyomber (dif, 1992), Ponce (att, 1997, il Granada intende confermare il giocatore) e Nura (dif, 1997).

3. NAPOLI
Il club di De Laurentiis vive una situazione tutto sommato tranquilla, visto che in pochi sembrano definitivamente fuori dai piani di Sarri. Qualche dubbio probabilmente in attacco, dove potrebbe arrivare una cessione. A restare dovrebbe essere Milik, in testa alle gerarchie di tecnico, a discapito di uno tra Pavoletti e Zapata. Alla ricerca di una nuova sistemazione ci sono Sepe (por, 1992, piace alla SPAL), Grassi (cen, 1995), De Guzman (cen, 1987), Luperto (dif, 1996), Dezi (cen, 1992), Roberto Insigne (att, 1994), Lasicki (dif, 1995, riscatto possibile per il Carpi), Gnahoré (cen, 1993), Maiello (cen, 1991), Leandrinho (att, 1998), Dumitru (att, 1991) e Bifulco (att, 1997).

4. ATALANTA
L’approdo in Europa potrebbe indurre la Dea a “parcheggiare” diversi elementi. Uno su tutti, Alberto Paloschi, corteggiato anche dalla SPAL ma ormai indirizzato verso il ritorno al Chievo Verona. Da definire le situazioni di Cornelius (att, 1993), Gosens (dif, 1994), Haas (cen, 1996), Bastoni (dif, 1999) e Cabezas (att, 1997). Tanti i giocatori di ritorno dai prestiti che potrebbero rifare la valigia: Del Grosso (dif, 1983), Marilungo (att, 1989), De Luca (att, 1991), Radunovic (por, 1996), Mancini (dif, 1996), Djimsiti (dif, 1993), Asmah (dif, 1996), Gatto (att, 1992), Almici (dif, 1993), Monachello (att, 1994), Suagher (dif, 1992), Nica (dif, 1993), Fazzi (cen, 1995), Valzania (cen, 1996) ed Emmanuello (cen, 1994), Molina (cen, 1992).

5. LAZIO
Tante le potenziali uscite in casa biancoceleste. Berisha tratta con l’Atalanta e Cataldi – scaricato anche dalla Curva Nord – è stato offerto insieme a Djordjevic come eventuale contropartita per Muriel. Permanenza dubbia anche per Luis Alberto. Il trequartista ex Liverpool non è stato mai realmente in grado di ritagliarsi il posto da titolare e, durante l’intera stagione, ha raccolto un esiguo numero di minuti giocati.
Sembrano sicure le partenze di Patric (dif, 1993), Ronaldo Pompeu (cen, 1990, di ritorno dalla Salernitana, altra società di Lotito), Mauricio (dif, 1988, ha recentemente dichiarato di voler restare allo Spartak Moska), Perea (att, 1993, desideroso di tornare in Spagna), Oikonomidis (cen, 1995), Morrison (cen, 1993, attualmente in forza al QPR), Guerrieri (por, 1996), Crecco (cen, 1995, accostato alla SPAL), Minala (cen, 1996), Germoni (dif, 1997), Rossi (att, 1997), Tounkara (att, 1996) e Vargic (por, 1987).

6. MILAN
Con Fassone e Mirabelli scatenati sul fronte acquisti, il Milan potrebbe ritrovarsi con un ingente numero di giocatori a metà campo di cui, almeno in buona parte, è prevista la cessione. Tuttavia, I nomi già dati per certi in uscita appartengono agli altri due reparti. Per quanto riguarda la difesa, Ely (dif, 1993) e Vangioni (dif, 1987) sono sicuramente in partenza E per loro, specie per il secondo, si è parlato anche di SPAL (ne abbiamo parlato qua). Ad essersi aggiunto un po’ a sorpresa alla lista delle cessioni è Paletta che, visto l’arrivo di Musacchio, pensa di poter trovare poco spazio e ha chiesto di essere ceduto. In dubbio anche anche la permanenza di Niang (att, 1994). A migrare – in prestito o per via definitiva – quasi certamente saranno i vari Gabriel (por, 1992, accostato anche alla SPAL), Cutrone (att, 1998), José Mauri (cen, 1996), Zigoni (att, 1991, ancora in lizza per un ritorno alla SPAL), Felicioli (cen, 1997), Beretta (att, 1992), Vido (att, 1997, accostato insistentemente all’Atalanta), Modic (cen, 1996) e Vergara (dif, 1994).

7. INTER
A prepararsi a un’estate rovente c’è anche l’Inter, pronta a soddisfare il nuovo tecnico Luciano Spalletti.  Nonostante le belle parole spese da Stefano Vecchi qualche tempo fa, Santon (dif, 1991) dovrebbe cambiare aria, accostato anche a West Ham e Crystal Palace. In ballo anche il nome di Ranocchia, di ritorno dall’Hull City.  La lista dei nomi di chi potrebbe lasciare l’Inter, anche solamente in prestito, è invece piuttosto lunga: Biabiany (att, 1988), Caprari (att, 1993), Dimarco (cen, 1997), Miangue (cen, 1997), Gnoukouri (cen, 1996), Yao (dif, 1996), Forte (att, 1993), Camara (cen, 1996), Di Gennaro (por, 1993), Puscas (att, 1996), Bardi (por, 1992), Manaj (att, 1997) e Donkor (dif, 1995). Tra gli uscenti, anche se solo in prestito, ci sono anche i nomi di Gabriel Barbosa detto Gabigol (att, 1996) e di Pinamonti (att, 1999), visto che Eder è stato espressamente indicato da Spalletti come vice-Icardi. Occhio anche ai gioiellini della Primavera campione d’Italia allenata dall’ex spallino Vecchi: Gravillon (dif, 1998), Vanheusden (dif, 1999), Bakayoko (cen, 1998) ed Emmers (cen, 1999). Cordiali saluti invece a Palacio (att, 1982) che lascia la società da svincolato.

8. FIORENTINA
Con la nuova gestione Pioli a poter partire sembrerebbe Babacar, un giocatore che al momento ha molte squadre addosso. Anche in questo caso però, la società non vede il giocatore come fuori dai propri piani. A poter giocare altrove almeno per un’altra stagione, ci sono Bagadur (dif, 1995, diritto di riscatto per il Benevento), Venuti (dif, 1995, ex pupillo di Semplici), Baez (cen, 1995),  Lezzerini (por, 1995, potrebbe rimanere all’Avellino), Rebic (att, 1993), Castrovilli (cen, 1997), Diks (dif, 1996, di ritorno al Vitesse) e Petriccione (cen, 1995). Occhio anche ai talenti della Primavera come Hagi (cen, 1998) e Reymao (cen, 1998), Mlakar (att, 1998), Diakhate (cen, 1998) e Scalera (dif, 1998).

9. TORINO
Sinisa Mihajlovic già nel corso della stagione ha dichiarato di voler rivoluzionare la squadra. Molti i giocatori che non hanno risposto alle sue aspettative. In attesa di capire chi partirà dei pezzi pregiati, sono plausibili le cessioni di Obi (cen, 1991), Gustafson (cen, 1995), Avelar (cen, 1989), Ajeti (dif, 1993) e Lukic (cen, 1996). A questi si aggiungono: Silva (cen, 1994), Tachtsidis (cen, 1991), Parigini (att, 1996), Gomis (por, 1993), Chiosa (dif, 1993), Aramu (att, 1995), Carlao (dif, 1986), Remacle (cen, 1997). Tutta da decifrare la situazione di Bonifazi (dif, 1996) ma sembrano esserci buone speranze per un secondo prestito alla SPAL.

10. SAMPDORIA
Lasciato libero Cassano, i blucerchiati sono poco convinti di Dodo, Pavlovic, Alvarez e Djuricic e potrebbero lasciar partire anche Cigarini (cen, 1986, la SPAL ci ha pensato). Tra i partenti anche Budimir (att, 1991), anche lui più volte accostato alla Spal. Regini (dif, 1990, altro obiettivo biancazzurro) è in vendità sì, ma sembrerebbe più una volontà del giocatore, legata al fatto che la società blucerchiata non sembra disposta a soddisfare le sue richieste in merito a un prolungamento di contratto con relativo adeguamento dell’ingaggio. Tra i tanti in partenza: Martinelli (cen, 1993), Bonazzoli (att, 1997), Palumbo (cen, 1996), De Vitis (cen, 1992), Ivan (cen, 1995), Fedato (att, 1992), Falcone (por, 1995), Tozzo (por, 1992).

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0