Gomis convince anche il ct senegalese: arriva la prima chiamata in nazionale per il portiere

Le buone prestazioni di Alfred Gomis con la maglia della SPAL hanno attirato l’attenzione anche di Aliou Cissé, il commissario tecnico della nazionale senegalese, che ha deciso di convocare il portiere per il prossimo impegno del Senegal nelle qualificazioni per Russia 2018 contro Capo Verde. Sarà un match molto delicato per i Leoni del Taranga, perché i giochi per la qualificazione nel girone D della CAF sono apertissimi e Capo Verde precede proprio il Senegal in classifica, ma con una partita in più. Nello stesso girone ci sono Burkina Faso e Sudafrica.

Gomis partirà il 2 ottobre dopo SPAL-Crotone per giocare il match in programma all’Estádio Nacional de Cabo Verde di Praia il 7 ottobre alle 16.30. In quel weekend è prevista la sosta per gli impegni con le nazionali, quindi non verrà saltato alcun impegno ufficiale con la SPAL. Per il portiere biancazzurro questa è la prima chiamata in assoluto con la nazionale senegalese. Tra l’altro le possibilità di un esordio sembrano piuttosto alte, visto che in tempi recenti la selezione del ct Cissé ha faticato a esprimere un titolare affidabile. Nelle ultime quattro partite si sono alternati Abdoulaye Diallo del Rennes e Khadim N’Diaye che gioca nell’Horoya, squadra del campionato senegalese. Un altro portiere aggregato di recente è Pape Seydou N’Diaye che gioca nel campionato guineano. Nel gruppo figurano anche giocatori di primissimo piano come Koulibaly del Napoli, Kouyaté del West Ham, Mané del Liverpool e l’ex laziale Keita Baldé che oggi gioca in Francia nel Monaco.

Gomis ha espresso tutta la sua soddisfazione attraverso un post pubblicato sulla propria pagina Facebook, dicendosi onorato di questa opportunità.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0