La vittoria contro Portomaggiore tra alti e bassi: il punto sulla condizione della 4 Torri

Seconda amichevole, seconda vittoria. Venerdì sera al palasport si è disputato il secondo test precampionato della 4 Torri Volley, che per l’occasione ha scelto di ospitare i vicini e futuri avversari del Sa.Ma Portomaggiore. Da bravi padroni di casa i ferraresi si sono mostrati fin troppo ospitali, lasciando che i portuensi vincessero a mani basse il primo set per 15-25. Il ritmo è cambiato solamente dal secondo set, momento a partire dal quale i granata sono tornati in campo con carattere e determinazione per vincere i restanti parziali 25-19, 25-23 e 25-21. A prescindere dal risultato, la prima amichevole contro una squadra del girone E ci ha offerto la possibilità di valutare la condizione del team di coach Martinelli a tre settimane dall’inizio del campionato.

LIBERO
Reduce da una prima amichevole in cui ha subìto molto in fase di copertura e difesa, Federico Poli non si è fatto scappare questa seconda occasione per stupire il pubblico: dal secondo set in poi, tra tuffi e rullate il libero ha letteralmente raccolto ogni pallone (e dato una pulita al pavimento del palazzo).

PALLEGGIATORI
Come è normale che sia in questa fase dell’anno, Vanini sta procedendo con cautela mettendo a punto gli schemi giorno dopo giorno. Trovare il feeling con ogni attaccante della rosa non è facile, ma se in squadra ci sono persone versatili come Casaro e determinate come Fontana, il compito è sicuramente meno arduo.

OPPOSTI
Casaro e Grazzi potrebbero essere gli acquisti più azzeccati dell’anno. Mentre il padovano è stato quasi l’unico a reggere la pressione del primo set ed a cercare di variare il gioco di fronte ad un muro avversario ben costruito, il secondo ha optato per la tattica del tappeto elastico. Con un’elevazione davvero considerevole, Grazzi non ha mancato di mostrare potenzialità a muro ed in attacco (buono anche il tentativo di sabotaggio nei confronti di coach Taborda, con un attacco potente diretto proprio addosso al tecnico del Sa.Ma).

CENTRALI
Il reparto centrale sta soffrendo leggermente rispetto al resto della squadra. Bernard e compagni hanno faticato a sfondare il muro avversario, complice la poca attenzione iniziale della difesa. Quando la situazione si è sbloccata in favore dei granata, Andrea Vanini ha servito bene tutti i centrali, compreso Smanio che sul finale ha mostrato alcune giocate davvero interessanti.

BANDE
I miglioramenti si possono notare giorno dopo giorno. Fontana ha dato sfoggio della sua intelligenza cercando di superare la barriera purtuense con manifuori e pallonetto, mentre Bortolato ha forzato spesso il colpo. Buona anche la prestazione di Trimurti, che sta evidentemente lavorando con impegno per uscire dal suo ruolo di matricola. Per quanto riguarda Ballerio, potemmo riassumere con un giudizio da colloqui scolastici: bravo, ma non si applica. Ha già mostrato lo scorso anno ottime potenzialità e grande versatilità in tutti i fondamentali, perciò siamo sicuri che sarà solo questione di riprendere la giusta condizione fisica.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0